Archivio Keystone
La vicedirettrice della SEM Cornelia Lüthy
SVIZZERA
19.03.2020 - 17:390

Più spazio per i richiedenti l'asilo contro il coronavirus

La SEM ha deciso la revoca della chiusura parziale dei centri federali d'accoglienza

BERNA - La Confederazione vuole che i richiedenti l'asilo abbiano sufficiente spazio per evitare il propagarsi del coronavirus. Come misura immediata, la Segreteria di Stato della migrazione (SEM) revoca la chiusura parziale dei centri federali deciso in autunno.

Ciò significa che in un breve lasso di tempo ci saranno a disposizione quasi 4'000 posti in più, ha spiegato oggi ai media la vicedirettrice della SEM Cornelia Lüthy. Parallelamente il numero di richiedenti l'asilo è in forte calo a causa della difficoltà di viaggio data dalle parziali chiusure delle frontiere.

Domenica sono state registrate 45 domande, una delle quali nella regione di Ticino/Svizzera centrale. Da lunedì a oggi nessuna nuova richiesta è stata presentata in questa regione.

Lüthy ha anche confermato che ci sono «casi isolati» d'infezioni da coronavirus nei centri d'asilo. Le persone colpite sono state isolate.

Le raccomandazioni dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), ha proseguito Lüthy, sono seguite anche nei centri d'asilo, in particolare per quanto riguarda le norme igieniche, il mantenimento della distanza sociale e la gestione dei casi sospetti. La SEM ha inoltre ridotto al minimo e trasferimenti tra le regioni.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-16 14:30:47 | 91.208.130.86