Immobili
Veicoli

AUTOMOBILISMOHockenheim amaro per Marciello

05.09.22 - 10:54
Weekend in salita e ritiro per una noia elettrica
Marciello
Hockenheim amaro per Marciello
Weekend in salita e ritiro per una noia elettrica
Fine settimana complicato per Marciello.

HOCKENHEIM - Penultimo appuntamento del GT World Challenge Endurance presso il tracciato di Hockenheim. Raffaele Marciello, dopo la vittoria alla 24H di Spa-Francorchamps, è tornato in pista per continuare il proprio lavoro di avvicinamento alla conquista del titolo. Come da prassi in questa stagione 2022, Marciello ha guidato la giallo-blu Mercedes AMG GT3 numero 88 del Team Akkodis assieme ai compagni Gounon e Juncadella. L'obiettivo del weekend era ovviamente quello di ottenere il miglior risultato possibile senza prendere eccessivi rischi e portare comunque a casa punti importanti in ottica campionato.

Giovedì, giornata di test privati, il team francese ha lavorato sul set up della vettura. Dopo il venerdì di riposo, i motori si sono nuovamente accesi sabato mattina per le prime sessioni di prove libere. Sfortunatamente la pioggia ha rovinato queste sessioni, rendendo il lavoro non propriamente utile in ottica qualifica e gara, che da previsioni si sarebbero svolte sull'asciutto. Nel pomeriggio, grazie alle condizioni di asciutto, si è potuto lavorare maggiormente sul set up al fine di prepararsi al meglio per le qualifiche di domenica mattina. Nelle sessioni di qualificazione, suddivise in Q1, Q2 e Q3 e guidate rispettivamente da Marciello, Juncadella e Gounon, la media fatta segnare dai tre piloti ha posizionato la Mercedes AMG GT3 numero 88 del Team Akkodis solamente in quattordicesima posizione a causa di una generale non competitività. In gara il via è stato preso da Marciello, che nel corso del primo giro è risalito sino alla nona posizione; dopo una safety car è riuscito alla ripartenza a portarsi in quarta piazza con una serie di bei sorpassi. Dato il volante a Juncadella, lo spagnolo è uscito dai box non al massimo della forma scendendo in quinta posizione e non riuscendo a riportarsi alle calcagna degli avversari che lo precedevano. A un'ora dal termine è poi stata la volta del francese Gounon, che è entrato in pista sempre in quinta posizione, perdendo poi un’ulteriore piazza nei primi giri del proprio stint. A circa venti minuti dal termine, Gounon è stato costretto al ritiro a causa di una noia apparentemente di natura elettrica che ha impedito il prosieguo della corsa. Weekend dunque totalmente da dimenticare in terra tedesca, che rimanda all'ultimo appuntamento Endurance di Barcellona le possibilità di conquistare il titolo. Giunti al termine di questo fine settimane, Raffaele tornerà in pista tra due settimane per l'ultimo appuntamento del GT World Challenge Sprint presso il tracciato di Valencia.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT