Cerca e trova immobili

SENZA TRUCCO SENZA ING…ARNO«Sono i più forti di tutti»

17.06.24 - 07:00
Arno Rossini: «Con Mbappé, la Francia parte 1-0»
Imago
«Sono i più forti di tutti»
Arno Rossini: «Con Mbappé, la Francia parte 1-0»
«Niente vittoria all'Europeo per la Francia? È perché decide di perderlo».
Calcio - Europei17.06.2024

LIVE

Austria
0 - 1
Francia
SPORT: Risultati e classifiche

DÜSSELDORF - La Francia, prima di tutte le altre. Se c’è qualcosa che, in queste settimane, ha messo d’accordo tifosi e non, fanatici e addetti ai lavori, è la qualità presente nel gruppo guidato da Didì Deschamps. I pronostici si sono sprecati a tutte le latitudini, e praticamente tutti hanno indicato i galletti come grandi favoriti per il successo finale all’Europeo.

«Non posso non allinearmi - è intervenuto Arno Rossini - la Francia parte in pole position. È anche per me nettamente la favorita».

Giriamo la domanda: questo torneo, può solo perderlo?
«Se non lo vincerà, sarà perché ha deciso di perderlo. Deschamps, uno che è un monumento in quella Federazione e soprattutto in quello spogliatoio, ha a disposizione un gruppo eccezionale. Un gruppo nel quale il livello tecnico è eccelso e quello fisico-atletico è fantastico. Per far la formazione, il selezionatore potrebbe pescare undici giocatori a caso e avrebbe comunque la certezza di schierare una squadra formidabile». 

Dieci giocatori... accanto a uno certo di scendere in campo: il fenomeno Mbappé.
«Con lui nel match, la Francia ha praticamente la sicurezza di partire 1-0. Fresco di passaggio al Real Madrid, sarà poi ancora più motivato: vorrà cominciare la nuova avventura nel club dimostrando di sapere come si fa a vincere. L’attaccante ex PSG non è però l’unico campionissimo. Davvero, qualsiasi reparto si prenda in considerazione, i galletti sono ben forniti». 

Punti deboli, insomma, non ne hanno.
«Sono i più forti di tutti, questo lo abbiamo sottolineato, ma non sono imbattibili. Di squadre sicure di non perdere non ce ne sono. Ma una sconfitta dipenderà quasi esclusivamente da loro».

Ovvero?
«Nell’ultimo Europeo proprio la Svizzera li ha eliminati, in un match nel quale a un quarto d’ora dalla fine, dopo il gol di Pogba, stavano vincendo 3-1». 

Poi Seferovic e Gavranovic…
«Se devo trovare un punto debole alla Francia, dico l’arroganza. Potenziale almeno. Finché riusciranno a rimanere sul pezzo, a esprimersi al massimo delle loro potenzialità, i Bleus saranno difficili da sorprendere. Se invece cominceranno a compiacersi davanti allo specchio, allora diventeranno una squadra normale. Anzi, anche meno. Negli ottavi di finale, nel 2021, la Svizzera fu fantastica. Riuscì però a completare la rimonta solo perché, avanti di due reti, i galletti smisero praticamente di giocare».

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE