Cerca e trova immobili

SCI ALPINODove sta il segreto di Marco Odermatt?

11.02.24 - 23:16
Marco Odermatt è in forma smagliante, tanto che nemmeno le feste lo distraggono. Parola a chi lo conosce bene
keystone-sda.ch (VASSIL DONEV)
Dove sta il segreto di Marco Odermatt?
Marco Odermatt è in forma smagliante, tanto che nemmeno le feste lo distraggono. Parola a chi lo conosce bene
La mental coach Monika Wicki-Hess: «Ogni esperienza positiva in situazioni di pressione fa sì che questa pressione venga improvvisamente percepita come normale».
SPORT: Risultati e classifiche

BANSKO - Marco Odermatt sta letteralmente dominando la Coppa del Mondo di sci, come praticamente nessun altro ci era riuscito prima di lui. Quali sono i segreti? La stabilità attorno a Marco Odermatt (molti dei suoi compagni sono al suo fianco da diversi anni) ma anche e soprattutto le persone "lontane dalla pista", come il manager Michael Schiendorfer e la mental coach Monika Wicki-Hess.

Proprio quest'ultima è vicina al rossocrociato da quando Marco Odermatt aveva 16 anni. «Ha sempre saputo cosa voleva ed era pronto a lavorare duramente per ottenerlo», ha detto la 59enne a 20 Minuten. Ma non in modo ostinato. La loro collaborazione è cambiata nel corso degli anni e attualmente si incontrano più volte a stagione. «Faccio domande critiche, guardo certe cose da una prospettiva diversa», dice Wicki-Hess.

All'inizio, l'attenzione era rivolta a come Odermatt potesse sviluppare una routine da competizione. «Metodi di base e controllo mentale. Come si fa a raggiungere lo stato di prestazione ottimale? Come ci si può concentrare completamente sulla gara?», ha spiegato Wicki-Hess, che anche lei in passato è stata una sciatrice di Coppa del Mondo.

Il 26enne ha la grande forza di non lasciarsi distrarre e quindi di avere la massima concentrazione al momento giusto. Quasi nessuno nel circo bianco è in grado di gestire la pressione come il nidvaldese: «Ogni esperienza positiva in situazioni di pressione fa sì che questa pressione venga improvvisamente percepita come normale», ha concluso la donna.

Michael Schiendorfer è invece il manager di Marco Odermatt da otto anni. Ricorda ancora la prima conversazione con il giovane Odermatt: «Era consapevole del suo talento. Ma sapeva che la strada sarebbe stata lunga. Ma già allora aveva un'idea chiara delle singole tappe che avrebbe dovuto raggiungere. È una persona leale e questo è un altro motivo per cui continua a lavorare con gli stessi sponsor da anni».

Il manager, che si occupa anche di altri grandi atleti svizzeri, apprezza in particolare la natura autentica di Odermatt: «Se vuole fare festa, la fa. Se è frustrato, non lo fa. Penso che sia bello che Marco possa essere semplicemente sé stesso».

Il 55enne vede nell'ambiente attorno a Odermatt un fattore determinante. «Si può scegliere la propria famiglia solo in misura limitata, ma lui è molto fortunato da questo punto di vista». Ha anche buoni amici e una compagna che lo sostengono sempre. Odermatt è ora ben consapevole di essere un po' il beniamino della nazione. «Ora osserva attentamente chi lo avvicina, ma non ha alcuna diffidenza di fondo».

Per Schiendorfer la semplicità di Odi è una delle ragioni del suo successo. Un esempio è il buffet della colazione. «Trovo sia fantastico mangiare sano quando sei uno sportivo e Marco fa anche questo. Ma al buffet dell'hotel mangia quello che c'è».

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE