Cerca e trova immobili

MUSICA"Odiarti anch'io", quando finalmente si chiude una relazione tossica

22.02.23 - 06:30
Una storia di manipolazione e terrorismo psicologico, quella raccontata da Alba nel suo nuovo singolo
DELMA JAG RECORDS
"Odiarti anch'io", quando finalmente si chiude una relazione tossica
Una storia di manipolazione e terrorismo psicologico, quella raccontata da Alba nel suo nuovo singolo

LUGANO - Venerdì 17 febbraio ha visto la luce "Odiarti anch'io", il nuovo singolo di Alba. Il brano dell'artista pubblicata dalla casa discografica indipendente ticinese Delma Jag Records è disponibile su tutti gli store online e sulle piattaforme di streaming.

Un brano che s'inserisce al 100% nel panorama del pop dance italiano, anche se non mancano le influenze di ciò che viene realizzato nel resto del mondo. La cantautrice classe 2000 - che l'hanno scorso ha debuttato con "Ciao" e ha unito la musica alle sue precedenti esperienze da attrice, sia al cinema che in tv e teatro - spiega di aver tratto ispirazione nel suo lavoro da artiste del calibro di Björk e Sinead O‘Connor. 

Il testo di “Odiarti anch’io” ruota attorno a un vortice di emozioni che emerge al termine di una relazione tossica, intrisa di terrorismo psicologico e manipolazione. «Avere qualcosa da dire a una persona dopo una lite o dopo una rottura è qualcosa che credo accomuni molte persone» spiega Alba. «“Odiarti anch’io” nasce da questo, dalla mancata possibilità di replica». Lei è consapevole di essersi liberata di qualcosa di nocivo, ma soffre comunque per la perdita di un amore. «È un insieme di emozioni che vanno in contrasto tra loro, la consapevolezza di aver perso qualcosa di nocivo, ma il desiderio di poter tornare a vivere quei bei momenti che sono riusciti perfino a non farti vedere quanto marcia fosse la persona con cui li stavi vivendo».

Un brano che racconta un'esperienza che, purtroppo, è più comune di quello che si pensi: una storia di plagio mentale. «Una persona in un momento di fragilità che viene manipolata per far si che diventi ‘dipendente’ da un’altra persona, il cui obiettivo è farla sentire inadeguata e annullata nel momento in cui non sono più insieme: “Senza noi dimmi cosa ti resta”». Ma è anche la storia di qualcuno «che cerca di aprire gli occhi per smettere d'immaginare qualcosa che non esiste, e riuscire a trovare, guardando la realtà dei fatti, un motivo per non provare più quell’amore».

Il 2023 si preannuncia un anno denso d'impegni per Alba: nei prossimi mesi verranno pubblicati i progetti musicali sui quali sta attualmente lavorando.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE