Immobili
Veicoli

SVIZZERAPrimo semestre da incubo per Zurich

13.08.20 - 07:42
Gli 807 milioni di franchi di costi causati dalla pandemia hanno fatto crollare l'utile.
Keystone (archivio)
Fonte ats awp
Primo semestre da incubo per Zurich
Gli 807 milioni di franchi di costi causati dalla pandemia hanno fatto crollare l'utile.
L'utile netto si è contratto del 42% a 1.18 miliardi.

ZURIGO - Zurich Insurance ha contabilizzato interamente nel primo semestre dell'anno i 750 milioni di dollari (807 milioni di franchi) previsti per i costi della pandemia di Covid-19 nel settore danni. L'utile operativo (Business Operating Profit, BOP) si è cosi contratto del 40% su base annua, a 1,70 miliardi di dollari, e l'utile netto del 42%, a 1,18 miliardi.

Nel ramo Danni/Infortuni, il combined ratio, che misura il rapporto tra spese per sinistri e spese generali e premi assicurativi, è peggiorato di 4,7 punti percentuali, attestandosi al 99,8%.

Nei primi sei mesi dell'anno i fondi propri sono calati del 5,2% a 33,19 miliardi di dollari, aggiunge un comunicato diffuso stamane.

Le cifre sugli utili hanno mancato di poco le previsioni degli analisti, mentre quelle sui fondi propri hanno superato anche le aspettative più ottimiste.

La direzione ha confermato i propri obiettivi fino al 2022, con un rendimento atteso del capitale proprio superiore al 14%.

COMMENTI
 
Tenero72 2 anni fa su tio
Da incubo? 1.18 MILIARDI di utile! Subito a piangere che per un anno, non hanno fatto 2 miliardi!
Tenero72 2 anni fa su tio
Marzo 2020: Stipendio da 9,3 milioni per il CEO di Zurich. Il salario di base è stato di 1,7 milioni, mentre il resto è da attribuire a bonus e prestazioni previdenziali - L’intera direzione del gruppo, composto da 14 membri, ha raggiunto un totale di 48,8 milioni. Io inizierei a tagliare qualche da dirigente, poi a quelli che restano, sposterei la virgola di una cifra, allo stipendio verso sinistra. Riceverebbero comunque ancora troppo.
Milite Ignoto 2 anni fa su tio
No no ci va bene così dai
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE ECONOMIA