Immobili
Veicoli

STATI UNITIEcco spuntare i nuovi MacBook Air con processori M2

06.06.22 - 21:50
Alla Apple WWDC 2022 la parte del leone la fa l'hardware. Non mancano altre novità
Reuters
Fonte Saul Gabaglio
Ecco spuntare i nuovi MacBook Air con processori M2
Alla Apple WWDC 2022 la parte del leone la fa l'hardware. Non mancano altre novità

CUPERTINO - Come d’abitudine quando si comincia a sentire arrivare l’estate è tempo di WWDC, la settimana che Apple dedica agli sviluppatori per i propri sistemi operativi. Settimana introdotta dalla conferenza con la quale vengono presentate le novità software e, quando siamo fortunati, anche alcuni nuovi prodotti. Per la presentazione di oggi Tim Cook, CEO di Apple, promette grandi novità per quanto riguarda le tecnologie e le piattaforme (disponibili in versione Beta da luglio) e così è stato. Partiamo dall’hardware.

M2 - Dopo il successo raccolto dai primi M1 (e dalle sue evoluzioni) Apple ha presentato oggi la seconda generazione di processori disegnati in casa. Ridurre i consumi massimizzando le prestazioni è il mantra che caratterizza anche i nuovi M2. La CPU avrà 8 cuori suddivisi equamente tra prestazioni ed efficienza mentre i 10 cuori GPU supereranno del 25% le prestazioni degli M1 a parità di consumo e arriverà fino al 35% in più nei momenti di picco. Le specifiche presentate oggi sono da capogiro. I nuovi processori non avranno lo stesso fattore WOW come i loro predecessori, ma sembrano in grado di proseguire lungo lo stesso binario inaugurato un anno fa. 

MacBook Air - Un nuovo processore necessitava di un nuovo portatile, il nuovo MacBook Air arriva con un nuovo design (4 colori), con schermo da 13.6 pollici con 500 nits di luminosità e schermo Liquid Retina con una cornice ancora più sottile. Torna il cavo MagSafe che permetterà di sfruttare le due porte Thunderbolt per collegare altri dispositivi. Apple dice d’aver migliorato sia la fotocamere frontale sia gli altoparlanti integrati nella cassa in alluminio, ma come vedremo in seguito, questa non è più la novità più intrigante. Grazie all’efficienza del nuovo processore M2 la durata della batteria dovrebbe arrivare a 18 ore, se però il carico di lavoro dovesse essere elevato si potrà ricaricare il 50% della batteria in soli 30 minuti. Per i nuovi MacBook Air con 8 GB di RAM e 256 GB di memoria SSD serviranno almeno 1379 franchi mentre il modello con 512 GB di memoria SSD e la GPU fino a 10 cuori costerà 1699 franchi.

MacBook Pro - Con le prestazioni del nuovo Air Apple non poteva non aggiornare anche la linea Pro che, altrimenti, avrebbe potuto venire penalizzata proprio dal nuovo processore. I nuovi Pro con M2 non sembrano presentare molte altre novità salienti oltre al nuovo processore. I nuovi modelli con 8 GB di RAM e 256 GB di memoria SSD partiranno d a 1449 franchi mentre la versione con 512 GB di memoria solida costeranno 1669 franchi.

MacOS Ventura - La prima novità presentata con il nuovo sistema operativo si chiama Stage Manager, una funzione che permetterà di gestire meglio tutte le finestre aperte sul desktop. Cliccando sull’icona del pannello di controllo le finestre aperte si muoveranno di lato mostrandoci tutte le finestre raggruppate per applicazione. A prima vista non ci è sembrata così rivoluzionaria, ma probabilmente il suo vero potenziale non risiede tanto in questo aggiornamento, ma in iPadOS 16 di cui parleremo in seguito. Altre novità riguarderanno Spotlight (miglioreranno le sua capacità di ricerca), Mail (sarà più facile annullare degli email spediti per sbaglio) e Safari (che migliorerà l’efficienza e soprattutto la sicurezza). L’aspetto che ci è sembrato più interessante è però Passkeys che promette di risolvere definitivamente l’annoso problema rappresentato dalle password. Il suo funzionamento ci è sembrato molto semplice e intuitivo, non vediamo l’ora di provarlo per poterne saggiare l’effettiva validità.

Prima di passare a iOS16 ci sembra valga la pena spendere qualche riga per parlare di Continuity, che non solo ci permetterà finalmente di fare delle videochiamate da un iPhone a un Mac, ma addirittura di utilizzare il proprio iPhone come videocamera per il proprio MacBook. In questo modo le funzionalità che conosciamo su iPhone saranno accessibili anche sul portatile. 

iOS16 - La possibilità di modificare la schermata di blocco del proprio telefono era probabilmente una delle novità più attese del prossimo sistema operativo iOS16. Con il nuovo sistema operativo si potrà quindi cambiare la schermata che appare ogni volta che alziamo il telefono. In che modo? In un modo che a noi ricorda tanto quello utilizzato per modificare i quadranti degli Apple Watch. La schermata è suddivisa in tre aree che possono venire personalizzate modificando i caratteri o aggiungendo dei widget. Analogamente a quanto si può fare sugli orologi si potranno avere molteplici schermate di blocco tra loro differenti (volendo si potrà decidere di visualizzarne una differente ogni volta che si attiva il telefono o abbinarle a determinate situazioni sfruttano la funzione Focus). Sbloccando lo schermo per accedere alle app alcuni sfondi offriranno delle animazioni per accompagnare il passaggio. Anche le notifiche verranno visualizzate diversamente e grazie a quelle che Apple chiama Live Activities (API disponibili per gli sviluppatori) si potranno avere delle informazioni sempre attive sullo schermo. La modalità Focus allarga il suo raggio d’azione anche ad altre app come Safari che selezionerà le pagine a cui vogliamo accedere in diversi momenti. Per quanto riguarda i messaggi verrà aggiunta la possibilità di modificare i messaggi in qualunque momento, ma anche la possibilità di cancellare dei messaggi che non avremmo voluto o dovuto spedire. La funzione SharePlay che fino ad ora era prerogativa di FaceTime sarà disponibile anche da Messaggi.

Per facilitare la scrittura dei messaggi, il nuovo iOS16 migliorerà l’integrazione tra i messaggi scritti e quelli dettati potendo cominciare un testo in una modalità e continuarla senza interromperci con l’altra. Live Text, grande novità di iOS15, viene ulteriormente migliorato estendendo la capacità di riconoscere i testi  anche nei video e aggiungendo delle azioni rapide come, per esempio, la traduzione di un testo fotografato. 

Ci è piaciuta anche la possibilità di evidenziare un contenuto di una fotografia, nella presentazione è stato usato un cane, e di copiarlo all’interno di un messaggio. Solo il dettaglio scelto senza il resto dell’immagine. Ci sono piaciute anche le novità previste per Wallet, per esempio poter integrare dei documenti di identità o la patente, il problema sarà capire quando queste saranno accessibile anche da noi.

Quelle che per Craig Federighi sono le migliori Mappe al mondo, discutibile, finalmente integreranno molti nuovi paesi tra i quali arriverà anche la Svizzera. Graficamente il nuovo Mappe è sicuramente interessante e anche alcune funzioni che integra, come Multispot Planing permetterà di prevedere fino a 15 tappe in un unico percorso o la possibilità di acquistare direttamente i biglietti per il trasporto pubblico, possono rivelarsi vincenti, il problema è che per il momento queste sono ancora poco estese alle nostre latitudini.

Tra tutte le novità che rientrano nella categoria Family Sharing quella che ci sembra più interessante è la nuova e tanto attesa gestione della libreria delle foto condivisa. Finalmente si potrà decidere se condividere tutto con il resto della famiglia o solo alcune fotografie. Per semplificare la condivisione si potrà decidere direttamente da Foto se condividere l’immagine che stiamo per scattare o se invece tenerla per sé. Nella libreria condivisa tutti hanno gli stessi diritti di condivisione.

Watch OS 9 - Per quanto riguarda gli orologi le novità più interessanti del nuovo WatchOS9 riguardano gli allenamenti. A Cupertino hanno migliorato l’analisi dei sensori inseriti nell’orologio per valutare la qualità dei nostri allenamenti arrivando a misurare se i nostri movimenti ci portano a consumare troppa energia. La capacità del nuovo sistema operativo di andare molto più in profondità nell’analisi dei nostri allenamenti sembra essere davvero impressionante, l’impressione che abbiamo è che per poter sfruttare al meglio tutti questi dati servirà davvero lo schermo più grande dell’ultimo modello. Il nuovo sistema operativo migliora anche la lettura del sonno e delle varie fasi che attraversiamo durante la notte differenziando le varie fasi REM o di sonno profondo. Anche per quanto riguarda la misurazione del battito cardiaco ci saranno passi avanti riuscendo a misurare la frequenza e i tempi delle fibrillazioni cardiache costruendo uno storico che può venire condiviso con il proprio dottore. L’App Medicine è stata costruita per gestire al meglio l’assunzione di medicamenti, soprattutto per quelle persone che devono prendere diversi medicamenti durante la giornata. 

iPad OS16 - Da ultimo, ma tutt’altro che trascurabile, è stato presentato il nuovo sistema operativo per iPad. «Un’esperienza distinta che prenda il meglio dagli altri sistemi operativi» ha spiegato Federighi, e infatti il nuovo sistema operativo integra tutte le novità già annunciate per gli altri sistemi operativi. Con il nuovo iPad OS16 vengono ampliate le possibilità di collaborare con altre persone. Dalle dimostrazioni mostrate non è però chiaro se queste collaborazioni, attraverso Messaggi o FaceTime, sono limitate ai software Apple come Pages o Safari. La possibilità di collaborare in team sembra essere il nuovo focus di Cupertino. La possibilità di ridimensionare le finestre e muoverle per lavorare come siamo abituati a fare computer fisso è una delle novità più intriganti che avvicina ancor più gli iPad a un vero laptop. Collegando l’iPad a uno schermo esterno si possono utilizzare fino a 8 applicazioni diverse e si comincia a capire il senso di Stage Manager.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE ECONOMIA