Cerca e trova immobili

GERMANIAScholz tira dritto e si tiene la ministra sconfitta

09.10.23 - 23:57
Il cancelliere esorterà solo i propri ministri a «litigare» dietro le quinte e non sui media.
IMAGO
Fonte ATS
Scholz tira dritto e si tiene la ministra sconfitta
Il cancelliere esorterà solo i propri ministri a «litigare» dietro le quinte e non sui media.

BERLINO - Risultato elettorale «disastroso», ma avanti come se (quasi) non fosse successo niente.

Nonostante le roboanti scelte lessicali e le fosche previsioni trasversali dei media, giustificate peraltro dalla crudezza dei numeri, il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha fatto sapere di non voler tener in gran conto l'esito delle due elezioni regionali svoltesi nelle popolose Baviera e Assia in cui i tre partiti di sinistra-centro della sua coalizione hanno perso ovunque e l'estrema destra tedesca dell'Alternative für Deutschland (Afd, alternativa per la Germania), finora forte soprattutto nella ex Repubblica democratica tedesca (Ddr), ha sfondato.

Insomma, come ha dichiarato il suo portavoce, Steffen Hebestreit, il cancelliere «è fermamente deciso» a tenere al suo posto la ministra dell'interno Nancy Faeser sconfitta in Assia; non modificherà il «buon lavoro» fatto dal suo esecutivo, ed esorterà solo i propri ministri a «litigare» dietro le quinte e non sui media.

Questi ultimi però peraltro già prevedono che non andrà tutto così liscio: la sconfitta dei socialdemocratici (Spd) di Scholz, dei Verdi della ministra degli esteri Annalena Baerbock e dei liberali (Fdp) «non sono buone prospettive per la coalizione a Berlino», ha sottolineato il quotidiano conservatore Frankfurter Allgemeine Zeitung (Faz). Da sinistra il settimanale Der Spiegel, che parla di «cattivi risultati a livello storico», va nello specifico e chiede «quanto a lungo» potrà resistere Faeser.

Del resto nell'ultimo test prima delle elezioni europee dell'anno prossimo condotto in due regioni dove vive un quinto di tutti i tedeschi, il principale partito di opposizione, quello cristiano-democratico (Cdu), ha stravinto aumentando i consensi di quasi otto punti al 34,6% in Assia dove ora può permettersi di scegliere se proseguire l'alleanza coi Verdi o crearne una con l'Spd. In Baviera l'Unione cristiano-sociale (Csu), l'ala destra bavarese della Cdu, pur lontana dalle maggioranze assolute delle "ere Strauss-Stoiber", può continuare (quasi) tranquillamente a governare con il partito di destra dei Liberi elettori mentre l'Spd ha toccato un minimo storico (8,4%).

Scholz vuole tenere Faeser nonostante l'Spd ieri abbia perso 4,7 punti in Assia finendo al terzo posto dietro all'Afd che, facendo leva soprattutto sull'aumento del flusso di profughi in Germania degli ultimi mesi, ha ottenuto il suo miglior risultato di sempre in un Land occidentale col 18,4% (+5,3 punti).

 

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Tirasass 8 mesi fa su tio
Afd, grimaldello per una futura restrizione dei diritti, non solo dei migranti ma anche di chi lavora. Scommettiamo? Cosa propongono a parte la questione immigrazione? Come se questa fosse la causa di tutto (come gli ebrei?) Ma vogliamo scherzare? Prima si agita il popolo, poi lo si manipola di pancia, poi lo si incatena. E ci vorranno 30 anni per riprendersi dallo shock

s1 8 mesi fa su tio
fermamente deciso ad affossare la germania

curiuus 8 mesi fa su tio
Risposta a s1
Ci sta lavorando da tempo ormai... 😒
NOTIZIE PIÙ LETTE