Immobili
Veicoli

FRANCIAFirmato l'accordo Francia-Regno Unito per il flusso di migranti sulla Manica

14.11.22 - 12:12
Tra gli obiettivi concordati: sorvegliare e intercettare le imbarcazioni, oltre che dissuadere le traversate
Reuters
Fonte Ats ans
Firmato l'accordo Francia-Regno Unito per il flusso di migranti sulla Manica
Tra gli obiettivi concordati: sorvegliare e intercettare le imbarcazioni, oltre che dissuadere le traversate

PARIGI - La Francia e la Gran Bretagna hanno firmato oggi a Parigi un nuovo accordo per contrastare le traversate della Manica da parte dei migranti, fonte da anni di continue tensioni fra i governi dei due paesi. Lo si è appreso al ministero dell'Interno.

L'accordo prevede in particolare che i britannici versino 72,2 milioni di euro nel 2022-2023 alla Francia che, come contropartita, aumenterà del 40% le sue forze di sicurezza sulle spiagge da cui partono i migranti diretti in Gran Bretagna: 350 poliziotti e gendarmi in più.

Nell'accordo - firmato dai ministri Gérald Darmanin e Suella Braverman - non figura, come avrebbe voluto Londra, alcun obiettivo preciso sul numero di intercettazioni di imbarcazioni in mare.

L'accordo giunge all'indomani dell'annuncio da parte del ministero britannico della Difesa che il numero di migranti che hanno attraversato la Manica dall'inizio dell'anno ha superato la cifra record di 40'000.

Nell'accordo, Londra e Parigi fissano vari obiettivi, fra cui il dispiegamento «di risorse tecnologiche ed umane» fra cui droni sul litorale francese per meglio individuare, sorvegliare ed intercettare le imbarcazioni. I due paesi intendono anche tenere e utilizzare le informazioni, in particolare quelle «provenienti da migranti intercettati», per meglio smantellare le reti di passeur e dissuadere dalle traversate con un lavoro congiunto «il più preventivo possibile», in collegamento con i paesi di origine e di transito dei rifugiati.

Fra le iniziative previste dall'accordo, la costituzione di squadre di osservatori da entrambe le parti per garantire informazioni ai migranti e aumentare gli scambi di dati tra i due paesi, il finanziamento di «cani da fiuto» nei porti e l'installazione di telecamere di sorveglianza nei principali punti di passaggio di confine lungo il litorale. Centri di accoglienza saranno creati nel sud della Francia a scopo dissuasivo per i migranti, che dalle coste mediterranee, vogliono risalire fino a Calais e per «proporre alternative sicure».

Sunak: «Così riprendiamo il controllo»

Per il premier britannico Rishi Sunak l'accordo sui migranti firmato oggi a Parigi tra Regno Unito e Francia è "cruciale per riprendere il controllo dell'immigrazione illegale su piccole imbarcazioni" che attraversano il Canale della Manica. Negli ultimi giorni era stato registrato il record di sbarchi: oltre 40 mila persone sono arrivate sulle coste inglesi quest'anno.

Sunak, parlando ai giornalisti durante il volo per Bali dove partecipa al G20, ha affermato che il contrasto all'immigrazione illegale è un'assoluta priorità del suo governo conservatore. "Ho preso un impegno in merito - ha detto il primo ministro - e posso dire che nelle ultime due settimane ho dedicato più tempo a lavorare su questo che su qualsiasi altra cosa, oltre alla manovra finanziaria d'autunno".

COMMENTI
 
pontsort 3 sett fa su tio
Che poi perché le ong non si piazzano li a fare da taxi?
pontsort 3 sett fa su tio
350 poliziotti in più che avranno l’ordine di guardare dall’altra parte
Luchì92 3 sett fa su tio
francia = pagliacci
Luchì92 3 sett fa su tio
francia = 🤡
NOTIZIE PIÙ LETTE