Keystone
BRASILE
08.03.2021 - 23:360

Lula scagionato, potrà correre contro Bolsonaro

La sentenza è arrivata oggi. Anche se l'ex-presidente non si è ancora pronunciato, c'è chi ci spera

SAN PAOLO - L'ex-presidente brasiliano Luiz Inácio Lula da Silva è stato oggi scagionato dal tribunale, per una lunga serie di accuse per corruzione, e potrà quindi candidarsi nuovamente alla presidenza.

Sebbene Lula stesso non lo abbia dichiarato, è altamente probabile che il candidato di sinistra vorrà porsi di fronte all'attuale presidente, Jair Bolsonaro, nelle presidenziali del 2022.

Lula, lo ricordiamo, ha già coperto due mandati fra il 2003 e il 2011. Nel 2018 non era stato però candidato dal suo partito, in quanto incarcerato per corruzione.

Nel 2019, dopo 580 giorni di detenzione, era stato rilasciato ma non aveva più potuto fare politica, in quanto deprivato dei suoi diritti di rappresentanza.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-14 04:12:29 | 91.208.130.89