Keystone (archivio)
ITALIA
17.06.2020 - 11:090

Boss mafiosi scarcerati: congelata la circolare

La sospensione decisa dal DAP è dovuta al miglioramento dell'emergenza Covid in Italia

ROMA - La circolare sulle scarcerazioni giustificate dal Covid-19 in Italia, che ha generato pesanti polemiche nelle scorse settimane, è stata sospesa.

Il Dipartimento per l'amministrazione penitenziaria (DAP), riferisce l'Ansa, ha deciso di mettere in ghiaccio la misura in seguito al mutato quadro sanitario riguardante l'emergenza nella vicina Penisola.

La circolare, datata 21 marzo, aveva portato alla scarcerazione di alcuni boss mafiosi e la Commissione d'inchiesta Antimafia aveva avviato diverse indagini a seguito della sua diffusione, invitando pure i direttori delle strutture carcerarie a segnalare i detenuti con gravi patologie (e quindi a rischio in caso di un eventuale contagio) ai magistrati responsabili della loro sorveglianza.

La polemica sul provvedimento delle cosiddette "scarcerazioni facili" aveva portato lo scorso 20 maggio al voto nell'Aula di Palazzo Madama su due mozioni di sfiducia - poi respinte dal Senato - contro l'attuale ministro della giustizia italiano, Alfonso Bonafede, trascinando il Governo del Belpaese a un passo dall'ennesima crisi.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tato50 3 sett fa su tio
Adesso che i buoi sono fuori dalla stalla si "congela". Ma quelli usciti rientrano o va bene così. Non sono certo ladri di polli-;((
F/A-18 3 sett fa su tio
Il fatto che la mafia ha fatto saltare in aria i giudici Falcone e Borsellino che erano ad un passo da dimostrare precisi inciuci con la politica la dicono lunga su quanto potere esercitano anche all’interno della politica le organizzazioni criminali, purtroppo questo sistema si sta ramificando anche nel nostro cantone ed i tappeti rossi a favore di investitori esteri con soldi di dubbia provenienza sono sotto gli occhi di chi li vuole vedere.
volabas 3 sett fa su tio
E' dal primo dopoguerra che mafia e stato sono in perfetta sinergia. Questo spiega anche perché è impossibile formare un governo che tenga nel tempo .Chi si è opposto è stato tolto di mezzo senza se e senza ma.
Tato50 3 sett fa su tio
Se in 4 anni non sono arrivati alla Cassazione vuol dire che la "giustizia" è celere. Adesso pare che ricominceranno e arriverà la prescrizione, quindi arrivederci e grazie. Giornate delle porte aperte per troppi. E i Casamonica, per errore, si sono beccati i 600 Euro.
KilBill65 3 sett fa su tio
Hanno ragione quando dicevano, contratto con "Stato/Mafia"......Chissa' cosa c'e' realmente dietro alla liberazione di boss mafiosi!!!.....
Massimo D'Onofrio 3 sett fa su fb
Per fortuna senno' con la LC e senza più controlli in frontiera ce li ritroviamo tutti qui in Svizzera!
F/A-18 3 sett fa su tio
Adesso che è finita l’emergenza possono senz’altro ributtarli nelle loro celle, oppure è chiedere troppo?
seo56 3 sett fa su tio
Troppo tardi!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-10 03:19:20 | 91.208.130.86