Keystone
Il presidente Donald Trump e il presidente cinese Xi Jinping
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
THAILANDIA
3 min
Le professioniste del sesso: «La prostituzione sia depenalizzata»
La legge rende povere le lavoratrici senza tutelarle e non riuscendo a contrastare il fenomeno, secondo gli attivisti
STATI UNITI
7 ore
Un cucciolo spunta tra cenere e lamiere
Il cagnolino, ribattezzato Trooper, ha riportato piccole ustioni, ma è riuscito a sopravvivere all'incendio
FOTO
AUSTRALIA
10 ore
270 balene pilota spiaggiate in Tasmania, 90 sono morte
Le operazioni di salvataggio potrebbero durare per giorni
GERMANIA
10 ore
Deutsche Bank chiuderà più di 100 filiali
L'obiettivo è di arrivare a quota 400
STATI UNITI
12 ore
200mila morti per Covid-19 negli Usa
Il Paese ha il 4% della popolazione mondiale ma il 21% delle vittime dell'epidemia
UNIONE EUROPEA
12 ore
Charles Michel in quarantena: posticipato il summit dell'Ue
Una delle guardie di sicurezza del Presidente del Consiglio europeo è risultata positiva al Covid-19
STATI UNITI
13 ore
Trump, attacco frontale alla Cina
«Ha infettato il mondo» ha dichiarato il presidente statunitense
STATI UNITI
14 ore
Corte Suprema, Trump farà il suo annuncio sabato
I Repubblicani hanno i numeri per confermare il successore di Ruth Bader Ginsburg prima del voto, afferma Lindsey Graham
MONDO
14 ore
Non ci sarà la cerimonia dei premi Nobel
L'evento, come molti altri, sarà sostituito da un adattamento online
STATI UNITI
15 ore
La prima donna sulla luna? Il progetto della NASA è pronto
Il piano si chiama Artemis, e prevede l'allunaggio della prima donna sul nostro unico satellite naturale
REGNO UNITO
16 ore
Coronavirus, sei mesi di restrizioni per i britannici
Il primo ministro ha definito la situazione attuale «un pericoloso punto di svolta»
STATI UNITI / CINA
13.12.2019 - 07:470
Aggiornamento : 08:53

Trovato l'accordo tra Trump e la Cina: no ai nuovi dazi

L'intesa include tra l'altro anche un taglio del 50% delle attuale tariffe su 360 miliardi di prodotti cinesi.

di Redazione
ATS

NEW YORK - Donald Trump benedice il mini accordo commerciale fra Stati Uniti e Cina che evita l'entrata in vigore il 15 dicembre dei nuovi dazi americani su 160 miliardi di dollari di prodotti cinesi.

Secondo indiscrezioni riportate dai media, il tycoon ha dato il suo via libera all'intesa raggiunta dai negoziatori delle due super potenze economiche. Un accordo che ora deve essere formalizzato con l'autorizzazione di Pechino e la firma ufficiale. Una firma che potrebbe arrivare a breve, forse già nella giornata di oggi. L'ambasciatore cinese a Washington è infatti uno dei tre esponenti del governo di Pechino - insieme al presidente Xi Jinping e al vicepremier Liu He - autorizzato a metterla sull'accordo.

Le indiscrezioni sulla benedizione di Trump arrivano al termine di una giornata di fermento. Che qualcosa fosse nell'aria Trump lo aveva fatto capire chiaramente fin dal mattino con un tweet: "Un grande accordo con la Cina è vicino. Loro lo vogliono, e anche noi". Lo stringato cinguettio ha innescato un rally a Wall Street, con gli indici americani volati a nuovi record spinti dall'ottimismo su una schiarita nei rapporti commerciali. Una schiarita che, secondo il Fondo Monetario Internazionale, sarebbe positiva per Washington e Pechino e soprattutto per l'economia mondiale.

Il tweet di Trump è arrivato in una giornata storica, quella del voto alla commissione giustizia della Camera sull'impeachment del presidente americano, poi rinviato. I contenuti del mini accordo non sono chiari nel dettaglio. Secondo indiscrezioni, l'intesa elimina o almeno posticipa i dazi previsti di entrare in vigore domenica. E include anche un taglio del 50% delle attuale tariffe su 360 miliardi di prodotti cinesi. In cambio Washington chiede a Pechino un impegno a maggiori acquisti di prodotti agricoli americani, una più forte tutela dei diritti di proprietà intellettuale e un maggiore accesso per le aziende americane al settore dei servizi finanziari cinese. Nel caso in cui la Cina non rispettasse gli impegni, gli Stati Uniti sono pronti a far tornare i dazi ai livelli attuali.

All'interno della Casa Bianca molti da tempo hanno fatto pressione su Trump per un rinvio dei dazi di dicembre nella convinzione che imporli in prossimità delle feste natalizie si traducesse in una nuova tassa sugli americani durante le feste Natalizie e quindi in un'ondata di nuove critiche contro l'amministrazione, già nel mirino per l'impeachment. Fra le aziende che seguono con interesse gli sviluppi c'è Apple: gli Stati Uniti e la Cina sono infatti i suoi due maggiori mercati e la guerra commerciale rischia di avere un impatto forte sulle vendite di Cupertino in Cina, dove l'iPhone appare in difficoltà. Secondo Credit Suisse, le consegne sono infatti calate del 35,4%, il secondo calo consecutivo a due cifre.

Una pausa nella guerra commerciale con la Cina, con la firma della fase uno di un accordo più ampio, consentirebbe a Trump di guadagnare tempo e avviarsi all'anno delle elezioni presidenziali con un'importante carta in tasca da giocare. Un carta in grado di spingere Wall Street a nuovi record e permettere al presidente di rivendicare il successo della sua ricetta economica per gli Stati Uniti, che proseguono nel loro 11mo anno di ripresa.

Volano le borse asiatiche - Le borse asiatiche volano con il via libera di Donald Trump al mini accordo commerciale tra Usa e Cina sui dazi. I mercati, ai massimi dagli ultimi tre mesi, guardano anche all'esito del voto nel Regno Unito. Chiude in forte rialzo Tokyo (+2,55%) con lo yen che si svaluta sul dollaro a 109,45. A mercati ancora aperti corrono Hong Kong (+2,30%), Shanghai (+1,83%), Shenzhen (+1,54%) e Seul (+1,54%). Bene Mumbai (+0,9%). Tecnologia e materiali sono tra i settori con i maggiori rialzi. Andamento positivo anche per il comparto delle automobili. Sul fronte macroeconomico dagli Stati Uniti sono previste le vendite al dettaglio di novembre.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-23 06:33:35 | 91.208.130.85