Immobili
Veicoli
Keystone
Il presidente Donald Trump e il presidente cinese Xi Jinping
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
GUARDA IL LIVE
POLONIA
20 min
I superstiti ad Auschwitz per il Giorno della memoria
Ingressi limitati a causa della pandemia, la commemorazione viene trasmessa in diretta streaming
ITALIA
1 ora
Mattarella sale, ma la fumata è ancora nera
Nulla di fatto alla quarta votazione. In crescita il presidente uscente. Voti anche per Nino Di Matteo.
COSTA RICA
1 ora
Assalto no-vax all'ospedale per «salvare un bambino dal vaccino»
Una trentina di persone è riuscita a fare irruzione nel nosocomio, ma non ad arrivare al bambino al quarto piano
LIVE CORONAVIRUS
LIVE
Il "corteo della libertà" canadese arriva a Toronto
In Germania per la prima volta 200'000 casi. Vaccini per Omicron di Moderna e Pfizer in fase di test.
COREA DEL SUD
3 ore
Pyongyang ha testato altri due missili balistici
Il Consiglio di sicurezza nazionale di Seul ha definito il lancio «molto deplorevole»
MONDO
4 ore
«I casi gravi sono dovuti alla coda della Delta»: lo studio
L'osservazione dell'Istituto di ricerca Altamedica sull'evoluzione della variante: «Dati veramente tranquillizzanti»
STATI UNITI
7 ore
Andrea: «Nessuna cospirazione con Epstein, voglio una giuria»
Le dichiarazioni e le richieste del Duca di York arrivate negli States dove andrà a processo per abusi su minore
SOCIETÀ
10 ore
Lo strano mondo dei complottisti
Mai come in questo periodo i complottisti si sono resi protagonisti con teorie strane sul covid e sui vaccini.
TAGIKISTAN
10 ore
Isolati dal mondo, i pamiri temono per la loro incolumità
Vivono in una regione del Tagikistan, e da novembre sono stati tagliati fuori dal mondo
UCRAINA / GERMANIA
17 ore
5000 elmetti all'Ucraina: «E poi che altro ci manderanno? Dei cuscini?»
Il sindaco di Kiev pensa che l'offerta di Berlino non sia altro che «uno scherzo»
STATI UNITI
19 ore
Usa e Nato offrono «una via diplomatica» alla Russia
Questa sera sono state consegnate le risposte alle proposte russe sulla sicurezza
STATI UNITI / CINA
13.12.2019 - 07:470
Aggiornamento : 08:53

Trovato l'accordo tra Trump e la Cina: no ai nuovi dazi

L'intesa include tra l'altro anche un taglio del 50% delle attuale tariffe su 360 miliardi di prodotti cinesi.

di Redazione
ATS

NEW YORK - Donald Trump benedice il mini accordo commerciale fra Stati Uniti e Cina che evita l'entrata in vigore il 15 dicembre dei nuovi dazi americani su 160 miliardi di dollari di prodotti cinesi.

Secondo indiscrezioni riportate dai media, il tycoon ha dato il suo via libera all'intesa raggiunta dai negoziatori delle due super potenze economiche. Un accordo che ora deve essere formalizzato con l'autorizzazione di Pechino e la firma ufficiale. Una firma che potrebbe arrivare a breve, forse già nella giornata di oggi. L'ambasciatore cinese a Washington è infatti uno dei tre esponenti del governo di Pechino - insieme al presidente Xi Jinping e al vicepremier Liu He - autorizzato a metterla sull'accordo.

Le indiscrezioni sulla benedizione di Trump arrivano al termine di una giornata di fermento. Che qualcosa fosse nell'aria Trump lo aveva fatto capire chiaramente fin dal mattino con un tweet: "Un grande accordo con la Cina è vicino. Loro lo vogliono, e anche noi". Lo stringato cinguettio ha innescato un rally a Wall Street, con gli indici americani volati a nuovi record spinti dall'ottimismo su una schiarita nei rapporti commerciali. Una schiarita che, secondo il Fondo Monetario Internazionale, sarebbe positiva per Washington e Pechino e soprattutto per l'economia mondiale.

Il tweet di Trump è arrivato in una giornata storica, quella del voto alla commissione giustizia della Camera sull'impeachment del presidente americano, poi rinviato. I contenuti del mini accordo non sono chiari nel dettaglio. Secondo indiscrezioni, l'intesa elimina o almeno posticipa i dazi previsti di entrare in vigore domenica. E include anche un taglio del 50% delle attuale tariffe su 360 miliardi di prodotti cinesi. In cambio Washington chiede a Pechino un impegno a maggiori acquisti di prodotti agricoli americani, una più forte tutela dei diritti di proprietà intellettuale e un maggiore accesso per le aziende americane al settore dei servizi finanziari cinese. Nel caso in cui la Cina non rispettasse gli impegni, gli Stati Uniti sono pronti a far tornare i dazi ai livelli attuali.

All'interno della Casa Bianca molti da tempo hanno fatto pressione su Trump per un rinvio dei dazi di dicembre nella convinzione che imporli in prossimità delle feste natalizie si traducesse in una nuova tassa sugli americani durante le feste Natalizie e quindi in un'ondata di nuove critiche contro l'amministrazione, già nel mirino per l'impeachment. Fra le aziende che seguono con interesse gli sviluppi c'è Apple: gli Stati Uniti e la Cina sono infatti i suoi due maggiori mercati e la guerra commerciale rischia di avere un impatto forte sulle vendite di Cupertino in Cina, dove l'iPhone appare in difficoltà. Secondo Credit Suisse, le consegne sono infatti calate del 35,4%, il secondo calo consecutivo a due cifre.

Una pausa nella guerra commerciale con la Cina, con la firma della fase uno di un accordo più ampio, consentirebbe a Trump di guadagnare tempo e avviarsi all'anno delle elezioni presidenziali con un'importante carta in tasca da giocare. Un carta in grado di spingere Wall Street a nuovi record e permettere al presidente di rivendicare il successo della sua ricetta economica per gli Stati Uniti, che proseguono nel loro 11mo anno di ripresa.

Volano le borse asiatiche - Le borse asiatiche volano con il via libera di Donald Trump al mini accordo commerciale tra Usa e Cina sui dazi. I mercati, ai massimi dagli ultimi tre mesi, guardano anche all'esito del voto nel Regno Unito. Chiude in forte rialzo Tokyo (+2,55%) con lo yen che si svaluta sul dollaro a 109,45. A mercati ancora aperti corrono Hong Kong (+2,30%), Shanghai (+1,83%), Shenzhen (+1,54%) e Seul (+1,54%). Bene Mumbai (+0,9%). Tecnologia e materiali sono tra i settori con i maggiori rialzi. Andamento positivo anche per il comparto delle automobili. Sul fronte macroeconomico dagli Stati Uniti sono previste le vendite al dettaglio di novembre.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-27 16:22:03 | 91.208.130.86