Cerca e trova immobili

IL CASOPolmoniti nei bambini «causata da agenti patogeni». «Crescita inconsueta» in Olanda e Francia

30.11.23 - 10:02
Non solo Pechino, un aumento significativo di casi, rispetto agli anni pre-pandemia, si registra adesso anche tra i bambini olandesi.
Reuters
Fonte ats ans
Polmoniti nei bambini «causata da agenti patogeni». «Crescita inconsueta» in Olanda e Francia
Non solo Pechino, un aumento significativo di casi, rispetto agli anni pre-pandemia, si registra adesso anche tra i bambini olandesi.

PECHINO / AMSTERDAM - Resta sotto attenta osservazione la crescita insolita di casi di polmoniti che ha colpito la Cina e che ora sembra essersi spostata in Europa, con l'Olanda che ne sta registrando un incremento superiore agli anni precedenti la pandemia. Mentre ieri era stata la Francia a confermarne una «recrudescenza insolita».

Le polmoniti in Cina
«Stiamo monitorando la situazione in Cina e, ancora una volta, abbiamo riscontrato un aumento complessivo delle infezioni respiratorie acute dovuto a una serie di diversi agenti patogeni, inclusa l'influenza, che è in aumento. La polmonite da Mycoplasma è aumentata negli ultimi due mesi e ora sembra essere leggermente in declino». Lo ha dichiarato Maria Van Kerkhove, responsabile tecnica per la pandemia di Covid dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms).

«Stiamo collaborando con le nostre reti cliniche e con i medici che lavorano in Cina per comprendere meglio la resistenza agli antibiotici, che è un problema in tutto il mondo».

Polmoniti nei bambini, confermato aumento in Olanda
Dalla Cina, l'attenzione si sposta in Europa. In Olanda è infatti in corso una crescita inconsueta di polmoniti nei bambini che è maggiore anche rispetto agli anni precedenti alla pandemia. Lo conferma l'ultimo rapporto sulle polmoniti del Netherlands Institute for Health Services Research (Nivel) da cui emerge che la fascia più colpita è quella tra i 5 e i 14 anni.

Nella settimana compresa tra il 20 e il 26 novembre, il tasso di polmoniti nella fascia di età compresa tra i 5 e i 14 anni è risultato pari a 130 casi ogni 100 mila bambini; un tasso quasi triplo rispetto al picco dello scorso anno quando sono stati registrati 58 per 100 mila bambini.

Tassi sopra la media anche nella fascia 15-24 anni in cui sono stati registrati 38 casi per 100 mila, mentre nei bambini più piccoli (0-4 anni), anche se i casi sono in aumento, restano inferiori rispetto al periodo pre-Covid.

Nell'ultimo mese nel Paese è stato registrato anche un aumento dei casi di pertosse che ha raggiunto livelli superiori agli ultimi tre anni.

Ieri la Francia ne confermava una recrudescenza insolita
Ieri era stata invece la Direzione generale della Sanità francese (Dgs) a confermare l'esistenza in Francia di «casi di polmonite da batterio Mycoplasma pneumoniae negli adulti e nei bambini in Francia che rendono necessario il ricovero» in ospedale.

In una circolare ai medici, la Dgs ha parlato di «recrudescenza insolita» di casi di questa infezione respiratoria (inizialmente registrati in Cina), alcuni dei quali rendono necessario il ricovero «di adulti e bambini».

Cos'è il Mycoplasma pneumoniae
Mycoplasma pneumoniae è un «batterio atipico ed è già sotto sorveglianza dopo l'allarme dell'associazione Sos Médecins su un aumento delle infezioni polmonari nei bambini a fine novembre, in particolare nella fascia di età da 6 a 15 anni».

Secondo la Dgs, il Mycoplasma pneumoniae è responsabile di polmoniti, molto frequenti fra bambini sopra i 4 anni e giovani adulti, che sono in grandissima maggioranza benigne e guariscono spontaneamente. Viene precisato che «il contagio avviene per via aerea o attraverso goccioline di saliva e l'incubazione è fra 1 e 3 settimane».

COMMENTI
 

Voilà 3 mesi fa su tio
Tutte le infezioni, comprese le polmoniti, sono causate da agenti patogeni...

s1 3 mesi fa su tio
l'oms ha bisogno di crisi e pandemie per giustificare quello che sta proprio succedendo (forse) in questo periodo a livello legale dove sta tentando di prendere il controllo della gestione della sanità al posto degli stati...

ilfastidio 3 mesi fa su tio
Risposta a s1
l'OMS, a livello legale, conta poco e zero in ogni paese. In caso contrario, citi per favore i documenti e le leggi che confermano la sua favol...ehm teoria.

Voilà 3 mesi fa su tio
Risposta a s1
s1: magari se OMS prende il controllo della sanità svizzera si abbassano i premi di cassa malati!

s1 3 mesi fa su tio
Risposta a ilfastidio
verificare: accordo internazionale sulla prevenzione e preparazione in materia di pandemie aggiornato tacitamente nel 2022 dall'oms con l'aggiunta di emendamenti, questione divenuta nota in ottobre '23, solo rifiutando esplicitamente gli emendamenti non entrano in vigore, alcuni stati si stanno muovendo per rifiutare. che conti poco lo dubito sinceramente visto chi lo finanzia; trovare le info online non è facile ...

Nina 3 mesi fa su tio
Risposta a s1
# s1 , ti lasci influenzare dalle fesserie scritte da Tracy !... peccato per te 🤦‍♀️

s1 3 mesi fa su tio
Risposta a Nina
Deridere e ridicolizzare sono tecniche retoriche molto usate specialmente sui social per sminuire un pensiero differente dal proprio con cui non si riesce o non ci si vuole confrontare.

Nina 2 mesi fa su tio
Risposta a s1
# S1 , tu sei completamente fuori 🤦‍♀️ , ...come Tracy

andrea28 3 mesi fa su tio
I bambini tra 0-4 anni sembrano essere meno colpiti. I bambini non ancora nati nel periodo Covid sono i meno colpiti. I bambini che non hanno contratto il Covid o che non sono stati vaccinati sono i meno colpiti. Ora può partire la discussione...

Emib5 3 mesi fa su tio
Risposta a andrea28
Non ti smentisci mai, dati presi non si da da dove e dati per certi. Toglici una curiosità, sei il figlio di Tracy?

Rik830 3 mesi fa su tio
Risposta a andrea28
Fatto due dosi di vaccino …. Demolito … ci ho messo mesi a recuperare la forma fisica …. Con la propria pelle ognuno fa quello che vuole … io non farò mai più un vaccino ( porcheria ) in vita mia !!!!

ilfastidio 3 mesi fa su tio
Risposta a andrea28
"anche se i casi sono in aumento, restano inferiori rispetto al periodo pre-Covid" Discussione finita, almeno finché non si impara a leggere.

andrea28 3 mesi fa su tio
Risposta a Emib5
Emib5 c'é scritto sopra..."da cui emerge che la fascia più colpita è quella tra i 5 e i 14 anni". Alcune persone non vedrebbero un TIR nemmeno se ci sbattono contro

Nina 3 mesi fa su tio
Risposta a andrea28
# andrea , ma daaai , solo TU puoi inventarti una relazione tra l'età dei bimbi ed il covid 🤦‍♀️...é semplicemente l'evolversi della malattia, ....non ci arrivi da solo ???

Emib5 3 mesi fa su tio
Risposta a andrea28
Andrea. Grazie per la risposta, in perfetto stile tracy, siete proprio uguali, attento ai Tir!

Voilà 3 mesi fa su tio
Risposta a andrea28
Potrebbe dipendere dal fatto che dopo i 5 anni i bambini hanno più contatti con altri bambini, ad esempio a scuola.

siamointanti 3 mesi fa su tio
allora tutti a vaccinarsi, avanti...

ilfastidio 3 mesi fa su tio
Risposta a siamointanti
Contro il Mycoplasma pneumonia non esiste un vaccino.
NOTIZIE PIÙ LETTE