Cerca e trova immobili

ITALIAFreccia Tricolore si schianta al suolo, morta una bimba di 5 anni

16.09.23 - 19:08
Travolto un intero nucleo familiare. Il fratellino della piccola e i genitori sono in ospedale
Keystone
Fonte ats
Freccia Tricolore si schianta al suolo, morta una bimba di 5 anni
Travolto un intero nucleo familiare. Il fratellino della piccola e i genitori sono in ospedale

TORINO - La giornata di festa da passare con lo sguardo incollato al cielo si trasforma in dramma. Un velivolo delle Frecce Tricolori si schianta al suolo, esplode e coinvolge una famiglia di passaggio in automobile. Una bimba di cinque anni perde la vita, mentre il fratello di dodici anni, insieme alla mamma e al papà, finiscono in ospedale. Anche il pilota dell'aereo, che si è salvato attivando il dispositivo di espulsione dalla cabina un istante prima dell'impatto, viene ricoverato. Nessuno è in gravi condizioni.

La tragedia poco prima delle 17 nei pressi dell'aeroporto di Torino-Caselle, da dove la pattuglia era appena decollata alla volta di Vercelli. Doveva partecipare a un air-show ed era attesa da non meno di quattromila spettatori. Domani, invece, sarebbe stata il piatto forte di una kermesse di due giorni organizzata dall'aeroclub di Torino per il centenario della fondazione dell'Aeronautica Militare. Un incidente che poteva essere doppio: sulla stessa pista si è sfiorata infatti una tragedia analoga quando un velivolo, durante l'atterraggio, si è conficcato con la punta al suolo: i due piloti sono però rimasti fortunatamente illesi.

Sul luogo dell'incidente è arrivata Gabriella Viglione, capo della procura di Ivrea, che già conduce le indagini sull'incidente ferroviario di Brandizzo dello scorso 30 agosto. L'aereo è caduto nel territorio del Comune di San Francesco al Campo, che si trova nella vastissima sfera di competenza degli uffici giudiziari eporediesi falcidiati dalla penuria di personale.

Una prima ipotesi parla dell'urto dell'apparecchio con uno stormo di uccelli. Un 'bird stroke', come si dice in gergo. Il velivolo, chiamato Pony 4, stava sfrecciando con quattro compagni in una formazione a triangolo di cui occupava l'ultimo posto della 'coda' di sinistra. Il pilota alla cloche, il maggiore Oscar Del Do', avrebbe comunicato al caposquadra di avere un problema al motore e di doversi sganciare. L'apparecchio - si vede dai video subito circolati in rete - procede inizialmente in linea retta, poi all'improvviso diventa ingovernabile e perde quota. È una questione di frazioni di secondo. Subito prima che il muso punti verso il suolo il maggiore si lancia nel vuoto. Mentre il paracadute si apre, Pony 4 picchia per terra, esplode e continua a strisciare a folle velocità in una coltre di fumo e di fiamme. In quel momento sulla strada che costeggia il perimetro dell'aeroporto sta passando un'automobile con una famiglia diretta verso casa, a San Francesco al Campo. «Ho sentito un grosso rumore», dirà in seguito il papà. Non è ancora chiaro se c'è stato un contatto con l'aereo. In ogni caso la vettura esce dalla carreggiata, si ribalta e si incendia. La bimba muore. Il fratellino dodicenne riporta ustioni di secondo grado su circa il 15% della superficie corporea. Lo portano all'ospedale infantile Regina Margherita, dove arriva cosciente. Non ha lesioni considerate 'importanti' dai medici ma in ogni caso lo sedano e lo ricoverano in rianimazione. La prognosi non viene sciolta. Con lui c'è la mamma, che però viene trasferita al Cto: le sue ustioni (12-13%) sono concentrate sul braccio destro. Il padre, quarantanovenne, ha ustioni sul 4% del corpo in prevalenza sul palmo della mano sinistra; la prognosi per lui è di 20 giorni.

Dal mondo della politica arrivano messaggi di dolore e di cordoglio. Fra i componenti del governo intervengono i ministri Francesco Lollobrigida, Gilberto Pichetto, Paolo Zangrillo. Il ministro della Difesa, Guido Crosetto, si dice «attonito». Il sindaco di Torino, Stefano Lo Russo, parla di"tragedia sconcertante", mentre il Pd annulla tutti gli eventi in programma alla festa dell'Unità nel capoluogo piemontese in segno di lutto.
 
 

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Mitomane 9 mesi fa su tio
Se il pilota fosse stato russo, l’aereo sarebbe stato portato in sicurezza ed il pilota si sarebbe sacrificato come è già successo in passato. Queste manifestazioni ormai sono solo portatrici di tragedie, spaventano gli animali, inquinano e mostrano degli esercizi legati alla morte di altre persone. Meglio fare uno show con i biplani che almeno sono leggeri, vanno piano e portano poco carburante. E sono anche molto spettacolari. Mi dispiace tanto per quella bimba. Se fosse stata mia figlia penso che il pilota non dormirebbe sonni sereni. L’errore è umano, ma abbiamo il libero arbitrio per decidere tante cose: non fare il pilota militare, non partecipare allo show, non eiettarsi prima di essere certi di aver messo il velivolo in una zona completamente sicura. Il pilota non può eiettarsi se non è certo di evitare danni alle persone. Ma sarà la magistratura ad insabbiare il caso. Noi non sappiamo come sia andata. E mai lo sapremo. Sicuramente il pilota è stato bravissimo ed ha salvato da conseguenze peggiori: tragica fatalità come scrivono qui. Ditelo alla famiglia ed alla bimba che nemmeno (pare) fossero andate allo show.

Ataru 9 mesi fa su tio
Risposta a Mitomane
Il velivolo stava decollando da un aeroporto civile, da cui decollano anche aerei di linea. Nessuna manifestazione aerea. L'impatto è avvenuto all'interno dell'area dell'aeroporto, mentre i rottami hanno sfondato la recinzione e colpito l'auto. È stata una tragedia. Che nessuno voleva.

Rusky 9 mesi fa su tio
un'altra tragedia inutile

Deny54 9 mesi fa su tio
Smettere con questi show spreco di soldi, inquinamento ambientale e conseguenze.

Thinks 9 mesi fa su tio
Risposta a Deny54
Certo.... meglio un rosario in compagnia nelle case anziani, al massimo può succedere un infarto accidentale.... 😂

cle72 9 mesi fa su tio
Risposta a Deny54
Purtroppo il destino di questa famiglia era segnato. Il pilota ha fatto di tutto per evitare di cadere su una zona abitata. La sfortuna non l ha aiutato ad evitare questo. Sono per l'avviso che tutto può essere evitato, ma nulla può evitare il destino.

Ataru 9 mesi fa su tio
Risposta a Deny54
Gli aerei non stavano facendo nessuno show. Stavano semplicemente decollando. Da un aeroporto civile. Poteva succedere a qualsiasi tipo di aereo che decolla da quell'aeroporto.

Gatsu77 9 mesi fa su tio
Risposta a cle72
Ciao, è un’opinione come tante la mia, anche se la esprimo in modo perentorio: il destino non esiste. Esistono le azioni, le conseguenze delle azioni, il concatenarsi delle stesse e così via. Che tutto sia scritto da qualche parte in modo preciso per tutti e tutto è un’assurdità. Detto questo, il minimo è spendere 2 parole di vicinanza a una famiglia devastata da una tale perdita. A loro tutta la mia compassione

vox_scriptum 9 mesi fa su tio
Risposta a Thinks
meglio essere pi-cch-iati, in uno stadio o a hokey su ghiaccio, ma fammi il piacere, é stata una tragi-ca fatalità…

Mgrazia60 9 mesi fa su tio
😇🙏🏻❤️

Disà 9 mesi fa su tio
tragedia orribile

f85 9 mesi fa su tio
Proprio oggi prima di leggere questa funesta notizia avevo guardato un video doc sul dramma accaduto a Ramstein (D) nel 1988 e anche in quell occasione si esibivano le Frecce Tricolori. Duro da vedere ma vi consiglio di visionarlo. Ecco il link [url rimossa] RIP piccola creatura

Lukas82 9 mesi fa su tio
Da ignorante mi sono sempre la stessa cosa se succedesse con gli aerei di linea.... Effettivamente dobbiamo fidarci e basta. Pora piccola e condoglianze ai genitori, se può servire qualcosa.

Porzarama 9 mesi fa su tio
Nessun commento! Una prece per la innocente vittima.

#JenaPlinsky 9 mesi fa su tio
Che sfortuna 😞

Dan1962 9 mesi fa su tio
Che sfortuna

UtenteTio 9 mesi fa su tio
Le prime ipotesi è quella del bird strike.

Aka05 9 mesi fa su tio
Non capisco perché date la possibilità di commentare, una notizia del genere…. Mah

francox 9 mesi fa su tio
Risposta a Aka05
concordo

Koblet69 9 mesi fa su tio
Risposta a Aka05
Infatti concordo.

swisshornet11 9 mesi fa su tio
Risposta a Aka05
Scusa una domanda... ma allora perché tu la commenti comunque???

briciola68 9 mesi fa su tio
Risposta a Aka05
È proprio vero! Quando si potrebbe commentare, mettete la censura! Quando non è il caso…

VinDiesel 9 mesi fa su tio
Risposta a Aka05
oseresti privare le decine di ingegneri aerospaziali, esperti di traffico aereo e protocolli di sicurezza sul giudicare l'operato del pilota e la fatalità dell'evento ? Sia mai, aprite le gabbie liberi tutti

airman21 9 mesi fa su tio
Risposta a Aka05
Concordo

sirio 9 mesi fa su tio
Risposta a Aka05
Concordo

Aka05 9 mesi fa su tio
Risposta a swisshornet11
Vero, ma qualcuno in redazione, dovrà pure farlo notare… o no?

Swissabroad 9 mesi fa su tio
Risposta a Aka05
Bravo Aka. Condivido.
NOTIZIE PIÙ LETTE