Cerca e trova immobili

ITALIAMorte di Purgatori, anche un problema cardiopolmonare tra le cause

27.07.23 - 07:32
Ieri è stata svolta l'autopsia sul corpo del giornalista, morto lo scorso 19 luglio.
Imago
Fonte ats
Morte di Purgatori, anche un problema cardiopolmonare tra le cause
Ieri è stata svolta l'autopsia sul corpo del giornalista, morto lo scorso 19 luglio.

ROMA - Ci sarebbe anche un problema cardiopolmonare tra le cause della morte di Andrea Purgatori, il giornalista scomparso una settimana fa a Roma. A evidenziarlo è l'autopsia effettuata nell'istituto di medicina legale di Tor Vergata a sul corpo del reporter.

A Purgatori era stato diagnosticato tre mesi fa un tumore ai polmoni, patologia confermata anche da un primo esame in sede autoptica. A quanto si apprende, i risultati della tac, di prelievi e altri esami effettuati - anche per verificare l'eventuale presenza di infezioni - daranno un quadro clinico completo solo tra alcune settimane.

Gli accertamenti sono volti a capire se si possa escludere o meno l'eventuale presenza di un'infezione. Tra le ipotesi avanzate a seguito dell'esposto dei familiari, infatti, ci sarebbe quella di una pericardite settica, che potrebbe essere stata la causa dell'aggravarsi delle condizioni di Purgatori.

Dopo l'arrivo del nulla osta per la salma, sono stati fissati per venerdì prossimo i funerali, che si svolgeranno alle 10 a Roma nella Chiesa degli Artisti a piazza del Popolo, mentre oggi dalle 15 sarà aperta la camera ardente in Campidoglio.

I pm della Procura di Roma - i quali hanno aperto un fascicolo che vede indagati due medici della clinica romana Pio XI per omicidio colposo - hanno già ascoltato alcune persone e diverse altre, tra cui sanitari e conoscenti del reporter, saranno sentite nei prossimi giorni per ripercorrere gli ultimi mesi di vita di Purgatori e il decorso della sua malattia. La clinica Pio XI ha comunque precisato che il giornalista nella struttura "ha svolto solo accertamenti di diagnostica per immagini e una biopsia".

Intanto c'è chi pensa di dedicare uno spazio al ricordo di Andrea Purgatori nel museo per la memoria di Ustica. A lanciare questa proposta, avanzata al sindaco e al Comune di Bologna, è Daria Bonfietti, presidente dell'associazione dei parenti delle vittime della strage dove persero la vita 81 persone il 27 giugno 1980 a bordo di un Dc9.

È una vicenda sulla quale il giornalista ha sempre cercato la verità conducendo inchieste e approfondimenti che portarono a riaprire il caso. "C'è un legame profondo tra la sua esperienza umana e giornalistica e la strage di Ustica, che impone di ricordarlo proprio vicino a quel relitto del Dc9 Itavia che in tanti anni ha descritto chiedendo giustizia", sostiene Bonfietti.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE