Cerca e trova immobili

KOSOVOVucic accusa: «Kurti vuole provocare una guerra»

14.06.23 - 21:34
«Temo che abbiamo varcato il Rubicone e che sarà molto difficile il ritorno alla normalità», così il presidente serbo
keystone-sda.ch (ANDREJ CUKIC)
Fonte Ats ans
Vucic accusa: «Kurti vuole provocare una guerra»
«Temo che abbiamo varcato il Rubicone e che sarà molto difficile il ritorno alla normalità», così il presidente serbo

PRISTINA - Nuova escalation di tensione in Kosovo, provocata dall'arresto di tre poliziotti kosovari da parte delle forze di sicurezza serbe. Il presidente serbo Aleksandar Vucic ha accusato il premier kosovaro Albin Kurti di non fare nulla per calmare la situazione, ma di mirare a esasperare sempre più gli eventi e di volere una guerra a ogni costo.

«Temo che abbiamo varcato il Rubicone e che sarà molto difficile il ritorno alla normalità», ha detto Vucic in serata alla tv pubblica Rts. Per il presidente, la situazione è a un bivio - o si lavora per la pace o si va in direzione opposta. È importante dirlo, ha osservato, per evitare ogni tipo di speculazione.

C'è un uomo nei Balcani, Albin Kurti, che vuole provocare una guerra, ha affermato Vucic, confermando che l'arresto dei tre poliziotti kosovari, armati di tutto punto, è avvenuto ben al di dentro del territorio serbo, 1,8 km dalla linea amministrativa di demarcazione, come Belgrado definisce la frontiera con il Kosovo. Versione questa opposta a quella fornita da Pristina, che parla di 'rapimento' dei tre agenti in territorio del Kosovo.

Secondo il presidente Vucic, il premier kosovaro Kurti sogna di essere il nuovo Zelensky. «Vuole avere una biografia di guerra. Ma noi non lo consentiremo», ha affermato Vucic accusando Kurti e l'intera dirigenza di Pristina di puntare a «espellere per sempre la popolazione serba dal nord del Kosovo».

Dall'inizio dell'anno, ha osservato, vi sono stati 600 casi di spari contro i serbi (del Kosovo), nessuno contro gli albanesi (del Kosovo). «La crisi comincia quando qualcuno decide di andare a elezioni illegittime», ha aggiunto con riferimento al voto locale del 23 aprile scorso nel nord del Kosovo, boicottato dai serbi e che ha visto per questo l'elezione di nuovi sindaci di etnia albanese per i quattro maggiori Comuni del nord a maggioranza serba.

«Tali sindaci si devono dimettere, vanno ritirate dal nord le forze di polizia kosovara, la gente vive nel terrore, ma Kurti non intende fare nulla di tutto ciò», ha detto il presidente nel suo intervento alla tv pubblica Rts. Sottolineando come la Serbia non abbia responsabilità nell'escalation di tensione nel nord del Kosovo, Vucic ha detto che non un solo poliziotto o militare serbo ha oltrepassato la frontiera (linea amministrativa) in occasione dell'arresto oggi dei tre poliziotti kosovari.

L'arresto, ha ripetuto, è avvenuto a 1,8 km all'interno del territorio serbo, molto lontano dal confine, dove i tre avevano lasciato la loro auto di servizio. Ed è in possesso, ha aggiunto, delle prove sul fatto che la Kfor non sia stata informata di tutto ciò. Il presidente ha poi riferito del suo colloquio oggi con il comandante della Kfor, il generale italiano Angelo Michele Ristuccia, affermando di avergli mostrato le immagini video degli scontri del 29 maggio a Zvecan nelle quali si vede chiaramente che i due serbi arrestati non hanno fatto assolutamente nulla di male ai militari.

E sulla presunta decisione del governo di Pristina di vietare l'ingresso in Kosovo di merci e prodotti serbi, Vucic ha detto che non sarà consentito che i serbi del Kosovo restino senza cibo e senza medicine. «Aspettano che la Serbia faccia un errore per giustificare l'imposizione di sanzioni alle due parti, ma noi non siamo responsabili di nulla». «La Serbia sarà sempre con i serbi del Kosovo», ha sottolineato Vucic.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

LoveYourCountry 1 anno fa su tio
Dire che Vucic non è un estremista è una pura menzogna… Vucic è un politico ultranazionalista e di destra che ha già avuto un ruolo importante negli anni ‘90 durante tutte le aggressioni serbe nei balcani (sia Kosovo ma soprattutto in Croazia e Bosnia). D’altra parte questo non giustifica Kurti è quello che sta succedendo… non finirà bene…

Mat78 1 anno fa su tio
Risposta a LoveYourCountry
Vucic è di SNS, che è un partito conservatore ed ha fatto un percorso di moderazione rispetto ai radicali da cui derivano. Nel Consiglio parlamentare d'Europa gli esponenti di SNS siedono tra i popolari del PPE. È come dire che Fratelli d'Italia sono fa.sc.is.ti (ma immagino che lo dirai). Non confondere il fatto che i serbi si sentano tutt'oggi ingiustamente trattati per quanto successo con il Kosovo, con il fatto di essere "ultranazionalista". Se fossi serbo, probabilmente ad oggi sarei ancora adirato... credo. Vucic fra l'altro è un europeista, altro che ultranazionalista. Non è un socialista, questo è certo, ma non è in estremista. Durante la guerra nei balcani degli anni '90 Vucic aveva 20 anni...quindi non raccontiamo scempiaggini pls...a conti fatti le menzogne non le racconto io LoveyourCountry...

matterhorn 1 anno fa su tio
Risposta a Mat78
….eppure giuro che non mi sono convertito ma anche su questo la penso 100% come te!

Rex83 1 anno fa su tio
Il lupo perde il pelò ma non il vizio vucic

LoveYourCountry 1 anno fa su tio
Risposta a Rex83
Vero…

Suissefarmer 1 anno fa su tio
regno contro regno ovunque.. arriva

Nilo221 1 anno fa su tio
Peggio del suo mentore putler

Franco65 1 anno fa su tio
Risposta a Nilo221
Mah, non capisco il commento. Premesso, che sono pro Ucraina al 100% e che Putin sia un criminale di guerra, ma faccia fatica a cogliere la similitudine tra i due. Ricapitoliamo il tutto: 3 poliziotti Kosovari di etnia albanese, vengono trovati con GPS, armi d’assalto e materiale d’ascolto (ovviamente avevano intenzione di spiare l’esercito serbo che staziona a 5Km dal confine con il Kosovo) 1.8 km dentro il confine il serbo. Come dovevano reagire? Thè e biscotti? Ma come ragioni? Oppure dobbiamo credere alla versione Kosovara, che i militari serbi sono entrati nel territorio Kosovaro controllato dalla KFOR - NATO (quindi tecnologia, satelliti e tutto il resto) e hanno rapito i 3 poliziotti menzionati. Non che i serbi mi piacciano chissà cosa però è chiaro a chiunque usi la testa un minimo che forse in questo caso il “cattivo” è Kurti che cerca la guerra a tutti i costi. Prima di fare commenti simili magari informati prima, consiglio da amico, perché se no fai solo figure.

medioman 1 anno fa su tio
Risposta a Franco65
👍🏼👍🏼

Mat78 1 anno fa su tio
Risposta a Franco65
Concordo, i kossovari stanno tirando la corda. Vucic non è un estremista.

Rostok 1 anno fa su tio
Risposta a Franco65
Concordo pienamente su tutto quello che hai scritto.

Mark90 1 anno fa su tio
Risposta a Franco65
Come mai te prendi come veritiera l versione serba? Loro dicono che hanno arrestato i tre poliziotti in territorio serbo, allora perché le forze speciali serbe erano con auto senza targhe? in territorio serbo avrebbero potuto tranquillamente usare targhe serbe. poi un altra cosa, hai detto che é impossibile che forze speciali serbe entrino in territorio serbo perché c'é la kfor, allora dato che c'é la kfor, come mai il nord del Kosovo é stra pieno di criminali, mafiosi, contrabbandisti, bande organizzate, istituzioni parallele che vengono controllate direttamente da Belgrado?

Franco65 1 anno fa su tio
Risposta a Mark90
Mah onestamente la prendo veritiera perchè la versione Kosovara mi sembra veramente poco credibile. Cioè si parla della Serbia, dagli anni 90’ hanno fatto 2 guerre e le hanno perse entrambe, non mi sembrano fulmini di guerra. Fare un estrazione da una nazione quasi belligeranti sotto un territorio controllato dalla KFOR - NATO mi sembra molto difficile. Oltretutto KURTI ha già cambiato versione dicendo che si erano nel territorio serbo ma solo di 300 metri giustificando che 2 dei 3 poliziotti non sapevano usare il GPS (oggettivamente poco verosimile). e il primo ministro serbo ha già anche dato il permesso alla NATO di controllare i satelliti per confermare la loro versione. Se avessero qualcosa da nascondere farebbero una cosa così? Non credo proprio. Per quanto riguarda le targhe, tu sai come funziona l’antiterrorismo in Israele o negli Stati Uniti? Per quello che ne sappiamo noi potrebbe essere una tattica standard. Dico semplicemente che la versione Kosovara ha più lacune ed più inverosimile. Non è comunque un caso che l’UE e gli USA stanno mettendo sanzioni al Kosovo e a Kurti personalmente per via dei continui problemi nel Nord del Kosovo. Specifico, ci sono casini nel Nord del Kosovo, che sicuramente viene coordinata da Belgrado, e UE e USA intraprendono sanzioni solo verso il Kosovo e non verso la Serbia. Non lo trovi curioso? Forse, e dico forse, questa volta è Kurti ad averla fatta fuori dal vaso? Prendiamo le informazioni e diamo un giudizio logico perché se no si rischia di fare il tifo e non analizzare le cose come stanno. Ma cosa c’entrano i mafioso o contrabbandisti con un esercito regolare che sta ai tuoi confini? Un discorso è non accorgersi della mafia locale (finanziata da Belgrado) e non accorgerti del fatto che ti sono entrati nel territorio e rapito 3 poliziotti! Dai siamo seri!

User1232838172763 1 anno fa su tio
Risposta a Franco65
Molto interessanti tutti i commenti e qulle belle ideologie che avete. Io prima di tutto sono MOLTO CURIOSO di capire chi sia la fonte e il redattore di questo articolo, inquanto più e più volte TIO riporta quello che vuole e non i formazioni che permettano di capire il quadro senza giudizio DIRETTO! Fatta questa premessa, la situazione è molto semplice e lascio l interpretazione ad ogni persona che vive in un paese democratico. Questo è l andamento dei fatti: 1) Cittadini Kosovari di origini Serbe decidono per organizzazione o ordine di qualcuno di lasciare ogni posizione statale del Kosovo (Polizia, comune, parlamento,…) 2) Causa nuove elezioni per sostituire persone dimesse 3) Elezioni boicotate dalle stesse persone che hanno organizzato di dimettersi, permettendo ad una minoranza in una minoranza di eleggere con un minimo di voti dei nuovi dirigenti comunali 4) Proteste non pacifiche che hanno attacatto dagli agenti del KFOR, ai poliziotti del Kosovo, ai giornalisti e chi hanno beccato per strada 5) Intervendo della Polizia del Kosovo per permettere agli eletti di svolgere il loro lavoro, e non permettere di attaccare chiunque vogliano i protestanti 6) Tra i protestanti, la Polizia arresta persone con precedenti penali e ricercati da anni. Persone che sono state citate con nome e cognome e con fotografia per essere identificate in agressioni precedenti e ricorrenti. ———— Dopo tutto questo, quello che viene criticato è Albin Kurti. Qualcuno vede qualcosa di contradittorio o non democratico in questa scaletta? Qualcuno non vede chi sta protestando? NESSUNO si accorge del fatto che non stanno protestando la minoranza Serba in Kosovo ma stanno protestando criminali ricercati? NESSUNO capiscea situazione? È così difficile usare un minimo di quella cosa in testa per riconoscere chi cosa sta facendo e che qui si leggono soltanto cavoltate e sicuramente spinte da idee e fatta pubblicitá a chi si vuole al posto di informare? Avrei tante altre domande alle quali avrei bisogno di risposte ma la questione è molto semplice a parere mio. A voi chiedo di mettervi nei panni di quello che accade, prendere i FATTI e portarli a casa vostra. Se in Svizzera un sindaco si dimette e fanno lo stesso gli agenti della polizia locale e tutti coloro che rappresentano quel comune, che cosa si fa? Una volta eletti e scelta ogni persona per rappresentare il suo ruolo e cominciano a lavorare e si trovano proteste, il cantone e lo stato che fa? Si da il comune in pasto a chi lo vuole o esiste uan cosa chiamata COSTUTIZIONE alla quale chi aderisce di vivere li deve ANCORA rispettare? Pensateci due volte al posto di esprimere opinioni spesso ridicole… Sono entusiasto di leggere una risposta, se qualcuno ce l ha!

Franco65 1 anno fa su tio
Risposta a User1232838172763
Ideologie?!? Qua si tratta di fatti, non di ideologie. E i fatti dicono che il Kosovo non sta rispettando nulla di quello che hai firmato in 3 diversi trattati, ultimo dei quali un anno fa. Le proteste? Onestamente per quanto mi riguarda possono continuare a fare quello che vogliono giù nei Balcani tanto non cambia mai niente, sono tutti uguali. Ma la retorica in cui, povero Kosovo, cattiva Serbia è passata da un po’! Da quando esiste lo stato del Kosovo, la minoranza serba del Nord subisce violenze gratuite, come lo subiva la minoranza albanese quando il Kosovo faceva parte della Serbia. Da vittime sono diventati carnefici e un dato di fatto. Riguardo alle elezione e le violenze è proprio curioso sentire questo parlando del Kosovo, non è la stessa identica cosa che hanno fatto i Kosovari quando volevano l’indipendenza da Belgrado?!? UCK ti ricorda qualcosa? La situazione per una persona neutra è presso che speculare. A me Kosovari o Serbi non interessano, ma non mi piace quando si tenta di manipolare la situazione a favore di una o di una altra parte. Trovo inoltre semplicistico il tuo commento alla narrativa della situazione. I Serbi sono usciti dalle istituzioni e hanno boicottato le elezioni in protesta al fatto che Kurti si rifiuta di formare la Comunità delle Municipalità Serbe nel Nord del Kosovo con da sottoscrizione dell’accordo di Bruxelles del 2013. Non è un caso che NATO e UE hanno già sanzionato il Kosovo con l’uscita dalle esercitazione militari della NATO e detto a Kurti che se continua così ci saranno altre sanzioni (leggiti la dichiarazione di Escobar). Racconta i fatti come sono davvero, è da lì e dai continue arresti, giustificati o meno (i serbi mica sono dei santi, anzi) che sono iniziale le proteste, come anche la follia di tirare via le targhe, chiaro pretesto per alzare i toni. Per quanto possano aver arrestato criminali, i due ragazzini di 15 anni a cui ha sparato un poliziotto il giorno della vigilia di Natale non mi sembrano proprio terroristi. (Per la cronaca chi gli ha sparato non ha avuto nemmeno un processo e tutto oggi lavora come poliziotto). L’ho già scritto nel mio primo commento, non sono di certo un fan dei serbi e non sono un tifoso (ne hanno fatte di porcherie) ma in questa situazione, l’attuale allarmante aumento di tensione e da imputare totalmente a Kurti e alla sua politica di repressione verso la minoranza serba. Chiunque abbia un minimo di intelligenza e osserva la situazione dall’esterno non può non essere d’accordo. Mi piace che hai tirato in ballo la costituzione, lo sai che COSTITUZIONALMENTE il Kosovo non è e non puó mai essere indipendente dalla Serbia? È stato un golpe militare se vogliamo chiamare le cose con il proprio nome (che approvo comunque). Ripeto, analizziamo le cose come stanno REALMENTE e non facciamo i tifosi!

User1232838172763 1 anno fa su tio
Risposta a Franco65
Vedo che leggere leggi tanto, ma mi dispiace dire che leggi anche un po quello che vuoi. Per quanto riguarda i trattati, ultimi 3 che dici, ma anche tutti gli altri, il kosovo non rispetta 1 punto in particolare, cioè quello che creare le associazioni dei Serbi, ovvero per evitare quello che abbiamo visto in bosnia e che è ovvio che è quello che la Serbia desidera raggiungere. Mentre la Serbia cosa ha rispettatto dei trattati? Ha sempre violato ciò che ha firmato non appena rientrato a Belgrado, sempre, e non ha mai conpiuto qualsiasi altro passo, perchè si arrampica sull unico punto che il Kosovo non fa! Ti ricordo che non si desidera l associazione dei Serbi per sentrsi più vivi e più appoggiati da nessuno, si desidera questo per fare legalmente parte della Serbia in un altro paese, impossesandosi dei posti più strateggigi e ricchi del posto, ovvero la miniera di Trepqa (Miniera con più ricchi minerali in tutta europa, causalmente), lago Ujman, ecc.. Quindi nulla di questo ha a che fare con diritti di una minoranza, ma solo di impossessarsi di beni.. quindi allarga la visione se vuoi parlare di fatti! Se fai caso alla bandiera del Kosovo, sono diverse le stelle, e ogni stella rappresenta le diverse minoranze del paese, ma casualmente l unico problema è con la minoranza che è stata messa in questi posti strateggici proprio dal governo Serbo che nella sua costutuzione tiene ancora il kosovo come suo, nel 2023!! Ed è quei che mi aggancio alla questo della costituzione: Il Kosovo è sotto altri regimi da piu di quanto la Svizzera esista come paese (700+).. Quindi senza militari suoi ma sempre un popolo il quale ha vissuto sotto altri regimi. Sotto l ultimo regime Serbo, che voleva spazzare l intera popolazione è PER FORTUNA, intervenuta la nato, per salvare un popolo e non per regalare una repubblica a qualcuno che non sapeva che cosa fare da una mattina all altra!! Quindi non è una costutuzione strappata da qualcuno a qualcuno, è stato dato il posto a chi lo vive da secoli e secoli, e gli è stato dato il minimo di quello che avevano, per lo più!! Quando parli di Kurti, eletto dal 70% del popolo priorio per la sua tenacia verso la giustizia e che per soldi non ha venduto il popolo e il territorio, ricordati di palrare anche di Vuqic! Vuqic dopo Milosevic ha continuato l stessa ideologia, la stessa politica e ha incitato sempre all odio, per lui, se potesse, oggi continuerebbe quello che aveva iniziato Milosevic nel ‘99, senza battere ciglio! Dove sono i diritti delle minoranze Kosovare in Serbia? Chiariamo anche l associazione dei Kosovari anche in Serbia? O è giusto che se tu ti senti dentro Serbo, e vuoi vivere in Kosovo, rispetti costituzione, leggi e tutto quello che lo stato offre per viverci?? Di questo passo e con queste idee, tra poco ci ritroviamo con Faido che chiede l associazione dei Serbi in Svizzera e che venga diretta da Belgrado, e se non ci va bene a noi Svizzeri, allora è giusto che mandano criminali dalla Serbia a cercare di buttare giù il posto, e noi applaudiamo e stiamo li a guardare! Per concludere, tutti sono contro Kurti perchè è l unico che ha prestato giuramento dicendo che la sua politica nei confronti di Vuqic sará prevalsa da un rapporto di reciprocitá, e lo sta facendo! Il popolo era stanco di tutti quelli precendenti che con l inganno dell UE (fai questo e questo e questo se vuoi la libera circolazione del tuo popolo in europa) ha firmato di tutto, ha regalato teritorio a gratis alla Montenegro, ha fatto di tutto e di più senza un motivo se non quello di togliere i visti, qualcosa che il Kosovo è l unco in Europa ad avere come restrizione!

User1232838172763 1 anno fa su tio
Risposta a User1232838172763
Quindi domandiamoci piuttosto il perchè questo paese deve subire le pene per un suo diritto di esistere? Perchè non li diamo il diritto di circolazione in europa, nel 2023! Perchè vogliamo che si crei la stessa situazione come in Bosnia? Vogliamo davvero avere la pace nei balcani o ci serve da distrazzione in caso arrivino problemi che non vogliamo mostrare al mondo intero, e basta una cavolata per spostare l attenzione laggiù, che è sempre meglio che averla di qua? Per quanto riguarda le opinioni, la mia forse è motlo banale ma è che i balcani, sono il territorio di battaglia tra la Russia e l America in europa, e sono le postazioni di comando Americane e Russe in Europa, quando vogliono la rendono stabile e quando vogliono, smuovono l intera europa, un pochi giorni! Quindi il Kosovo è stato salvato ma deve avere un punto debole col quale posso sampre nascere un conflitto quando serve.. La Serbia invece, sotto comando di Putin e manipolazione totale, segue quelle ideologie che casualemente Putin ha implementato in Ucraina. Quindi il fatto di imprimere odio profondo nel popolo per dare poi motivo di escalare la situazione e giustificare l ingiustificabile, solo attraverso l odio! Altri motivi per quello che sta succedendo non ci sono, è puro odio e gioco tra America e Russia che però tengono ostaggio 2 paesi in Europa e destabilizzano NON i Balcani, ma l intera Europa! I fatti sono questi (a parte questo paragrafo dove metto anche io le mie di opinioni), e le tue sono per lo più opinioni, se permetti e sempre con rispetto Franco65!

Sem6900 1 anno fa su tio
Risposta a Mat78
Kosovari*
NOTIZIE PIÙ LETTE