Immobili
Veicoli

GHANASpunta Marburg in Ghana, il virus mortale quanto l’Ebola

18.07.22 - 10:10
Sono stati identificati due casi nel paese africano, attualmente non esistono vaccini per limitare la diffusione
Deposit
Spunta Marburg in Ghana, il virus mortale quanto l’Ebola
Sono stati identificati due casi nel paese africano, attualmente non esistono vaccini per limitare la diffusione
Il tasso di mortalità varia tra il 24 e l'88% a seconda delle possibilità di trattamento. L'OMS sta monitorando l'evoluzione della situazione.

ACCRA - Due casi mortali del virus Marburg sono stati identificati in Ghana, è la prima volta che la malattia, molto simile all’ebola, è stata rilevata nella nazione africana. All’inizio del mese, i campioni di sangue di due persone nella regione meridionale di Ashanti sono risultati positivi al virus. L'Istituto medico Pasteur in Senegal ha in seguito confermato il risultato dei test. «Questa è la prima volta che nel paese viene segnalata la presenza del virus», ha affermato il capo del Ghana Health Service (GHS) Patrick Kuma-Aboagye. 

Nessuna cura - Non esistono cure o vaccini per Marburg, un virus letale quasi quanto l’ebola. I sintomi includono febbre alta, malessere, dolori muscolari oltre a emorragie interne e gastrointestinali. «Il tasso di letalità è intorno al 50%, ma può variare tra il 24 e l’88% in base alla gestione terapeutica del caso e dal ceppo virale» riferisce l’Istituto Superiore di Sanità italiano. 

Intanto è scattata la quarantena per novantotto persone che hanno avuto contatti con i due pazienti infetti. L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato il primo focolaio del Ghana. «Le autorità sanitarie hanno risposto rapidamente, ottenendo un vantaggio per prepararsi a un possibile focolaio», ha affermato il dottor Matshidiso Moeti, direttore regionale dell'OMS per l'Africa. «Questo è un bene perché senza un'azione immediata e decisa Marburg può facilmente sfuggire di mano. L'Oms è sul campo a supporto delle autorità sanitarie e ora che l'epidemia è stata dichiarata, stiamo raccogliendo più risorse per la risposta».

I precedenti - L'OMS ha affermato che la Guinea aveva confermato un singolo caso in un focolaio dichiarato chiuso nel settembre 2021. Precedenti focolai e casi sporadici di Marburg in Africa sono stati segnalati in Angola, Repubblica Democratica del Congo, Kenya, Sud Africa e Uganda, secondo l'OMS. Il virus Marburg può diffondersi da animali infetti, compresi i pipistrelli.

«Si consiglia quindi alla popolazione di evitare le grotte abitate da colonie di pipistrelli e di cuocere accuratamente tutti i prodotti a base di carne prima del consumo», hanno consigliato le autorità sanitarie del Ghana.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO