GETTY IMAGES
La premier neozelandese ha confermato che quello di Auckland è stato un attacco terroristico.
NUOVA ZELANDA
03.09.2021 - 08:130
Aggiornamento : 10:04

Accoltellamento in un supermercato di Auckland: è stato un attacco terroristico

La premier Jacinda Ardern ha spiegato che l'aggressore, ucciso dalla polizia, era sotto stretta sorveglianza dal 2016.

Dalla prima coltellata agli spari degli agenti sono passati solamente 60 secondi.

AUCKLAND - È stato un «attacco terroristico» condotto da un «estremista violento», quello occorso nelle scorse ore in un supermercato di un sobborgo di Auckland, in Nuova Zelanda. Lo ha riferito la premier Jacinda Ardern in conferenza stampa.

Sei le persone rimaste ferite nell'attacco all'arma bianca condotto da un uomo originario dello Sri Lanka e seguace dell'ideologia dell'Isis, come ha affermato Ardern. L'uomo - che è stato abbattuto dagli agenti di polizia intervenuti sul posto - era in Nuova Zelanda dal 2011 e da cinque anni era sotto controllo da parte delle autorità, in quanto ritenuto una possibile minaccia.

L'assalitore, stando alla ricostruzione degli eventi, avrebbe preso un coltello all'interno del supermarket e avrebbe iniziato a colpire le sue vittime, per poi essere freddato da due agenti di un reparto tattico dopo che si era scagliato verso di loro. Il tutto è avvenuto in solamente 60 secondi, ha spiegato Ardern.

Tre dei feriti versano in condizioni critiche, mentre la vita degli altri non dovrebbe essere in pericolo. Ardern ha aggiunto che, nonostante la pericolosità dell'individuo fosse nota già prima di oggi, la legge impediva che fosse recluso. 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-27 11:59:10 | 91.208.130.86