AFP
Sono in corso scontri tra i talebani e le forze di resistenza (nella foto).
AFGHANISTAN
02.09.2021 - 10:400

Le forze di resistenza afghane e i talebani si stanno fronteggiando in Panjshir

Entrambe le parti sostengono di aver inflitto numerose vittime agli avversari

KABUL - Scontri tra i talebani e le forze di resistenza sono in corso nella provincia del Panjshir. Lo riferiscono fonti dell'attuale regime afghano.

Le ostilità sono riprese la scorsa notte dopo le prime avvisaglie due giorni fa, ha spiegato sui social il funzionario talebano Muhammad Jalal. «Al momento, più di una dozzina di postazioni sono state prese dal governo» ha dichiarato. Un'informazione che non ha ricevuto al momento conferme indipendenti. Entrambe le fazioni avrebbero avuto delle perdite, riferisce Tolo News. I combattimenti sarebbero ancora in corso e la popolazione è fuggita dalla zona.

«I mujaheddin dell'Emirato Islamico sono stati attaccati da alcuni circoli del Panjshir che bluffano e dicono che resisteranno. I mujaheddin hanno reagito all'attacco e di conseguenza l'altra parte ha subito pesanti perdite», ha dichiarato Anaamullah Samangani, membro della commissione culturale dei talebani, sempre al media afghano. Un portavoce del fronte di resistenza dipinge un quadro differente: «Nelle ultime 40 ore i talebani hanno lanciato alcune offensive su Khawak dalla valle Andarab di Baghlan. Da parte nostra, c'erano le forze locali di vari distretti di Andarab, le forze locali del Panjshir e le forze dell'Ansdf. Hanno reagito molto bene; hanno sconfitto i talebani su quel fronte. I talebani hanno perso 40 membri, altri 35 sono rimasti feriti».

La valle del Panjshir, nelle montagne a nord della capitale Kabul, è storicamente il cuore della resistenza militare dell'Afghanistan. Lo è stata ai tempi dell'invasione sovietica, sotto la guida del celebre leader Ahmad Shad Massoud, e lo è oggi che il suo posto è stato preso dal figlio, Ahmad Massoud. Il quale ha dichiarato nei giorni scorsi che non avrebbe mai ceduto le aree sotto il suo controllo ai talebani e che, in caso di mancato dialogo tra le parti, la guerra sarebbe diventata «inevitabile». I colloqui che si sono svolti finora sono falliti, ha ammesso un leader talebano. Tuttavia, ha aggiunto, l'attuale forza di governo vuole cercare di risolvere la questione pacificamente.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-19 07:41:42 | 91.208.130.89