Keystone
Riesumate tre salme (immagine generica)
ITALIA
25.01.2021 - 13:160

«Ha ucciso due pazienti Covid»: medico bresciano ai domiciliari

Durante la prima ondata avrebbe somministrato loro «medicinali idonei a provocare una letale depressione respiratoria».

BRESCIA - Da una delle zone d'Italia più colpite dalla prima ondata della pandemia di Covid-19 emerge una vicenda che aggiunge orrore alla tragedia che laggiù si è consumata. Il primario facente funzioni del Pronto soccorso dell'ospedale di Montichiari, in Provincia di Brescia, è stato arrestato con l'accusa di omicidio intenzionale: avrebbe ucciso due pazienti Covid.

Come riporta il Corriere della Sera, C.M. è sospettato per la morte di due degenti di 61 e 80 anni. Avrebbe somministrato loro farmaci a effetto anestetico e bloccante neuromuscolare. Il medico è stato posto agli arresti domiciliari per il pericolo di reiterazione del reato.

Nel contesto dell'indagine sono state analizzate le cartelle cliniche di numerosi pazienti e riesumate tre salme.

A portare gli inquirenti sulle tracce del sostituto primario è stato il «repentino, e non facilmente spiegabile, aggravamento delle condizioni di salute» di alcuni pazienti deceduti nei primi mesi dello scorso anno. Le prove a carico di C.M. «documentano la condotta criminosa del medico, sostanzialmente consistita nel somministrare a pazienti Covid medicinali idonei a provocare una letale depressione respiratoria».   

  

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-11-28 11:55:32 | 91.208.130.89