Keystone
RUSSIA
05.11.2020 - 15:240

Concessa la condizionale al ragazzo che aveva creato un pupazzo di Putin in veste di carcerato

La prima condanna, a due anni di carcere, era stata criticata anche da Amnesty International

MOSCA - Il tribunale regionale di Perm, in Russia, ha concesso la sospensione condizionale della pena a un giovane condannato a due anni di reclusione per aver realizzato un manichino di Putin in veste di carcerato.

Aleksandr Shabarchin e Danila Vasilyev furono arrestati nel 2018 dopo aver attaccato a un palo della luce il manichino che aveva una maschera di Putin come volto e aver filmato la reazione dei passanti.

Ad agosto, Shabarchin è stato condannato a due anni per teppismo e Vasilyev a un anno ma con la condizionale. Oggi, in appello, il tribunale regionale di Perm ha concesso la condizionale anche a Shabarchin, che, secondo il quotidiano Kommersant, oggi dovrebbe quindi essere scarcerato.

La sentenza di primo grado era stata fortemente criticata sia dall'ong per la difesa dei diritti umani Memorial, che ha dichiarato Shabarchin «prigioniero politico», sia da Amnesty International, secondo cui l'azione del 22enne «ricade nell'ambito della libertà di espressione che la Russia si è impegnata a rispettare come parte dei trattati internazionali sui diritti umani».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-07-26 19:48:14 | 91.208.130.89