Immobili
Veicoli

STATI UNITIMinneapolis: trovato un corpo vicino a un'auto bruciata

31.05.20 - 16:14
Proseguono le azioni di protesta e denuncia in seguito alla morte dell'afroamericano George Floyd
keystone-sda.ch / STR (MICHELE TANTUSSI)
Fonte ats
Minneapolis: trovato un corpo vicino a un'auto bruciata
Proseguono le azioni di protesta e denuncia in seguito alla morte dell'afroamericano George Floyd
Il fratello della vittima, ricevuto da Trump: «Non mi ha dato l'opportunità neppure di parlare»

MINNEAPOLIS - Continua la sommossa e le manifestazioni di denuncia per la morte, sembrerebbe per mano di un agente, dell'afroamericano George Floyd.

L'ennesima morte - Dopo incendi e devastazioni, sempre a Minneapolis, è stato trovato il corpo di un uomo vicino ad un'auto bruciata dopo che i vigili del fuoco avevano spento le fiamme. Lo riferisce la polizia, precisando che non è ancora chiaro se l'episodio sia legato alle proteste proseguite nella notte per la morte di George Floyd.

Centinaia a terra mimano l'arresto di Floyd - A Denver, invece, in centinaia si sono sdraiati con la faccia a terra e le mani dietro la schiena, gridando in coro 'I can't breathe' (non riesco a respirare), per mimare la posizione in cui l'agente ha tenuto per 9 minuti Floyd prima che morisse.

«Trump non mi ha ascoltato» - Nel frattempo, Philonise Floyd, il fratello della vittima, ha riferito alla Msnbc che la sua conversazione con Donald Trump è stata «troppo veloce». «Non mi ha dato l'opportunità neppure di parlare», ha proseguito.

«È stato difficile. Tentavo di parlargli ma lui continuava a respingermi come se dicesse 'non voglio sentire di cosa stai parlando' », ha raccontato. «Gli ho solo detto che voglio giustizia e che non potevo credere che avessero commesso un moderno linciaggio in pieno giorno», ha proseguito.

Philonise Floyd ha parlato nei giorni scorsi anche con Joe Biden, il rivale di Trump nella corsa alla Casa Bianca. «Gli ho chiesto di ottenere giustizia per mio fratello. Ne ho bisogno. Non voglio vedere la sua faccia su una maglietta come gli altri (afroamericani morti per mano della polizia, ndr). Nessuno merita quel trattamento, le vite degli afroamericani contano», ha aggiunto.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO