Keystone
CROAZIA
22.03.2020 - 13:280
Aggiornamento : 15:59

Terremoto a Zagabria, paura tra feriti, crolli e coronavirus

Il tempismo, in concomitanza con il Covid, è terribile: preoccupazione per le strutture sanitarie

Anche una quindicenne locale è in condizioni critiche a causa del sisma odierno

ZAGABRIA - Notizie drammatiche da Zagabria, dove sono stati registrati ingenti danni e diversi feriti in seguito alla scossa di terremoto (5.5 di grado Richter) di stamattina, seguito (al momento) da altre 5 scosse, calcolate tra 3 e 5 gradi nella scala Richter.

Tra i feriti una ragazza quindicenne, che sta lottando tra la vita e la morte dopo essere stata trasportata d'urgenza in ospedale. Lo ha confermato Žarko Rašić, Direttore dell'Istituto di medicina intensiva di Zagabria. Secondo le informazioni raccolte dall'agenzia di stampa locale Hina, l'edificio in cui si trovava la ragazza è crollato, ferendo gravemente la giovane. I soccorritori hanno immediatamente assistito e portato la quindicenne in ospedale, dove i medici stanno facendo di tutto per salvarla.

È pessimo il tempismo dell'episodio: nella capitale croata è infatti in corso una quarantena, la gente è invitata a restare a casa, e si dovrebbero rispettare le distanze di sicurezza tra una persona e l'altra. Tutte queste misure sono però improvvisamente più complicate a causa della scossa, che ha fatto tremare le abitazioni in cui le persone dovrebbero stare, danneggiandole, e in alcuni casi, rendendole pericolose.

Diverse famiglie devono venire evacuate da case rese inabitabili. Per motivi di sicurezza, le persone sono state invitate a restare fuori dalle propria abitazioni, e le autorità hanno informato che stanno venendo distribuiti dei pasti. Molte le segnalazioni di persone che si sono momentaneamente trasferite nelle proprie auto, anche a causa del freddo.

«I danni sono ingenti... Fortunatamente, al momento non ci sono vittime» ha dichiarato il Primo Ministro Andrej Plenkovic, invitando tutta la popolazione, accorsa fuori dalle proprie abitazioni, di «restare calmi e ascoltare le informazioni e le indicazioni fornite dalle autorità». 

C'è preoccupazione anche per quanto riguarda possibili danni alle strutture sanitarie, un ospedale è infatti stato gravemente danneggiato ed evacuato. «La priorità ora è esaminare la stabilità delle strutture. Riceveremo informazioni strutturali gradualmente, e sposteremo i pazienti dalle strutture non stabili a quelle stabili, ognuno riceverà un'adeguata assistenza sanitaria» ha spiegato il Ministro della Sanità Vili Beroš, che ha anche voluto sottolineare che il terremoto è qualcosa di molto grave, ma il coronavirus è qualcosa di ancora più pericoloso, «per favore state attenti».

I vigili del fuoco stanno lavorando senza sosta, e anche l'esercito croato è entrato immediatamente in servizio per aiutare la città. Allo stesso tempo, il Ministro dell'interno Davor Božinović ha avvertito la popolazione di fare attenzione ad eventuali scosse secondarie, di assestamento, che potrebbero aver luogo anche nei prossimi giorni.

I danni materiali sono al momento incalcolabili, tra gli edifici più importanti, la Cattedrale, il Parlamento e la nota Basilica del Cuore di Gesù, situata in via Palmotićeva, sono stati fortemente danneggiati. 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-12-05 16:10:15 | 91.208.130.85