Cerca e trova immobili

ISRAELE«A Gaza si profila uno scenario ancora più infernale»

05.12.23 - 13:00
La Coordinatrice umanitaria dell'Onu, Lynn Hastings, teme l’escalation di violenza in Medio Oriente.
AFP
Fonte ATS ANS
«A Gaza si profila uno scenario ancora più infernale»
La Coordinatrice umanitaria dell'Onu, Lynn Hastings, teme l’escalation di violenza in Medio Oriente.

GAZA - «Le condizioni necessarie per portare aiuti alla popolazione di Gaza non esistono. Se possibile, sta per aprirsi uno scenario ancora più infernale, in cui le operazioni umanitarie potrebbero non essere in grado di rispondere»: lo afferma la Coordinatrice umanitaria dell'Onu, Lynn Hastings, in una dichiarazione pubblicata sul sito dell'organizzazione.

«Ciò che vediamo oggi sono rifugi senza capacità, un sistema sanitario in ginocchio, mancanza di acqua potabile, assenza di servizi igienico-sanitari adeguati e cattiva alimentazione per persone già mentalmente e fisicamente esauste: una formula da manuale per le epidemie e un disastro per la salute pubblica», prosegue Hastings, sottolineando che «le quantità di aiuti umanitari e di carburante consentite sono del tutto insufficienti».

«Nonostante gli enormi sforzi delle Società della Mezzaluna Rossa egiziana e palestinese, delle agenzie delle Nazioni Unite e di altri partner, l'uso del solo valico di Rafah - destinato ai pedoni - per far passare i camion carichi di merci non funziona», aggiunge l'alta funzionaria dell'Onu. E poi: «Le operazioni umanitarie non possono essere mantenute con una flebo di carburante. È il fondamento dei servizi sociali e delle nostre operazioni; compresi ospedali, impianti di desalinizzazione, acqua potabile pulita e servizi igienico-sanitari».

Hastings osserva poi che «lo spazio consentito per la risposta umanitaria all'interno di Gaza si riduce costantemente. Le due strade più importanti, la strada costiera e la strada Salahaddin, sono ora tagliate fuori dalle nostre squadre e dai nostri camion, ostacolando la nostra capacità di aiutare le persone ovunque si trovino».

La Coordinatrice umanitaria dell'Onu sottolinea inoltre che «le Nazioni Unite e le Ong da sole non possono sostenere una popolazione di 2,2 milioni di persone. Ai settori commerciale e pubblico deve essere consentito di portare forniture a Gaza per rifornire i mercati. Ciò deve includere carburante in modo da garantire la sicurezza di Israele».

«Gli annunci di creazione di cosiddette zone sicure e tendopoli senza la garanzia che le persone possano muoversi liberamente e che l'assistenza possa essere fornita dove ce n'è bisogno sono allarmanti. Queste zone non possono essere sicure né umanitarie se dichiarate unilateralmente - conclude l'alta funzionaria -. Le Nazioni Unite sono pronte a collaborare con tutte le parti per espandere il numero di rifugi sicuri gestiti dalle Nazioni Unite e per fornire assistenza laddove necessario».

COMMENTI
 

Peter Parker 2 mesi fa su tio
Quei ma ia li di Hamas che venerdì scorso hanno pensato bene di lanciare nuovi razzi verso il centro e sud di Israele, che hanno rivendicato l’attentato di Gerusalemme e che non hanno adempiuto all’accordo bilaterale sul rilasccio degli ostaggi….. con il risultato di aver interrotto la pausa umanitaria…. ma che esseri im mon di.

medioman 2 mesi fa su tio
Risposta a Peter Parker
Quindi secondo te è il prezzo da pagare?

mastermi 2 mesi fa su tio
Risposta a Peter Parker
se dal 1948 non li avessero sempre "bastonati e quant'altro vedi che non si arrivava a questa ennesima follia da ambo le parti.

Peter Parker 2 mesi fa su tio
Risposta a mastermi
Mastermi. Se dal primo giorno di esistenza dello Stato di Israele, il mondo arabo li avesse lasciati in pace….. Comunque sul “bastonare” hai ragione, ci hanno provato Irak, Iran, Siria, Libano, Giordania, Egitto, Yemen….e niente, tutti bastonati.

W.Bernasconi 2 mesi fa su tio
Risposta a medioman
Lo lasci perdere.. per lui ogni cosa che fanno i R i p u d i a t i da Dio è giustificabile! Della serie tu lanci 10 e a m m a z z i 20 io ho diritto di lanciare 1000 e a m m a z z a r e 10’000… purtroppo c’è gente che sa fare equazioni sono in un unico senso..

Peter Parker 2 mesi fa su tio
Risposta a medioman
C’era una pausa umanitaria, stava durando, anche oltre le più rosee aspettative. Bastava non lanciare razzi e liberare gli ostaggi come da accordi. E poi….confermare l’attenta to a Gerusalemme….ma ce n’era davvero bisogno? E un cessate il fuoco c’era fino al 7 ottobre….poi sappiamo tutti come è andata. Ogni vittima è una di troppo, non ci sono dubbi su questo. Ma purtroppo non si è mai vista una guerra giusta dove a perire sono solo i,cattivi….Stanno combattendo in una città….il peggior scenario possibile. Stanno pagando un prezzo altissimo, troppo (ma io non sono israeliano e non mi è arrivato mai in testa un razzo di Hamas….). Mi auguro solo che possa essere l’ultima volta e per il futuro finalmente un po’ di tranquillità.

medioman 2 mesi fa su tio
Risposta a Peter Parker
Ho solo detto che Israele sta usando troppa forza e non guarda in faccia a nessuno. Quello che è successo il 7 di ottobre è orribile ma Israele era stato avvisato dal Egitto che ovviamente ha ignorato. 16’000 mila m o r t i in meno di 2 mesi non sono giustificati

Peter Parker 2 mesi fa su tio
Risposta a medioman
Medioman. La questione dell’informazione dall’Egitto è ancora da valutare. E se davvero e’ successo come dici, allora qualche testa del Mossad e IDF cadrà….ma solo dopo la fine di questa guerra. Troppa forza? Questa cosa della proporzione qualcuno me la deve spiegare (perché non l’ho mai sentita in Irak, Afghanistan, Balcani, o in qualsiasi conflitto africano). La proporzione di 1:3 sul rilascio degli ostaggi….quella è giusta? Per i numeri….sono migliaia di vittime, moltissime….ma non citiamo i numeri forniti da Hamas.

Keope1963 2 mesi fa su tio
Risposta a Peter Parker
No ma dai.. qui stanno polverizzando i civili non neghiamo ciò che vediamo ogni giorno in “quasi”diretta.. non vorrai parlare di danni collaterali. Così non funziona, hanno preso di mira interi quartieri abitati o sfollati a loro non frega nulla.

medioman 2 mesi fa su tio
Risposta a Peter Parker
È una prigione a cielo aperto dal 2007, è normale che dovevano arrivare al 7 di ottobre per farsi sentire (purtroppo). Volevo dire che una nazione piccola come Israele ha più importanza della grande Russia 😤

Peter Parker 2 mesi fa su tio
Risposta a W.Bernasconi
W. E’ divertente leggere come invita altri di lasciarmi perdere….come se i miei commenti avessero un valore cosi importante per lei che si sente in obbligo a scosigliarli…. Grazie per la stima.

W.Bernasconi 2 mesi fa su tio
Risposta a Peter Parker
Vero? Perché sono rimasto sul chi vive in attesa di notizie in merito alla sua tanto decantata e attesa risposta in merito a quel prestigiosissimo posto vacante in qualità di portavoce di BenjachealNeta.. faccia sapere..

W.Bernasconi 2 mesi fa su tio
Risposta a Peter Parker
Mi corregga.. “invita altri di lasciarmi perdere” o invita altri a lasciarmi perdere” ?

Peter Parker 2 mesi fa su tio
Risposta a W.Bernasconi
W. Niente…alla,fine non mi hanno preso per quel posto…. Mi hanno detto che essendo io un lettore (e commentatore) di TIO ho perso subito 100 punti….. Fa niente, ci ho provato.

W.Bernasconi 2 mesi fa su tio
Risposta a Peter Parker
Congratulazioni per la nuova nomina!!

W.Bernasconi 2 mesi fa su tio
Risposta a Peter Parker
Volevo dire per la NON nomina. Si è salvato così mi creda.

Gemelli57 2 mesi fa su tio
Mirano a cancellare i palestinesi (quelli sopravvissuti) o nella migliore delle ipotesi ad obbligarli a lasciare le loro terre in toto. Cosi' finalmente potranno prendere possesso di tutti i territori ed i loro cari coloni coltivare e prosperare in pace alla faccia di chi detiene quelle terre da sempre ed a giusta ragione. Sono disgustata.

Luigi Bianchi 2 mesi fa su tio
Risposta a Gemelli57
per gli estremisti. israele vero era quello del regno di Salomone. dall mar rosso al tigri... o eufrate. (quindi egitto fino irak)

miomiomio76 2 mesi fa su tio
Risposta a Luigi Bianchi
… e per altri estremisti ( che appoggiano Hamas) l’Europa è la prossima a cadere … col gregge per le strade che urla “intifada “ …. vagli a dire qualcosa “democraticamente “ 🤣

mastermi 2 mesi fa su tio
Risposta a miomiomio76
allora con i se e i ma vorresti gistificare l'eccidio in corso ? bombardano scuole, ospedali etc, ...mi ricorda qalcuno con i baffetti.....

Keope1963 2 mesi fa su tio
Situazione scandalosa. Israele dev’essere fermato subito. Questa è un’aggressione alla popolazione civile, nient’altro!

W.Bernasconi 2 mesi fa su tio
Risposta a Keope1963
La vergogna di quella terra e del mondo intero!

s1 2 mesi fa su tio
Risposta a W.Bernasconi
sostenuta da usa e eu sia a livello politico, che economico che finanziario, che sono poi gli stessi che sostengono l'ucraina, come faranno a far stare insieme il diavolo e l'acqua, due attori internazionali così profondamente differenti...

W.Bernasconi 2 mesi fa su tio
Risposta a s1
Purtroppo su questo ha ragione! Stanno dando sostegno alla parte sbagliata, mi riferisco alla situazione di Israele.

s1 2 mesi fa su tio
Risposta a W.Bernasconi
e questo è l'interessante, interessante è andare ad analizzare e cercare di capire la logica che porta a questa apparente incongruenza. la politica anglossassone è la più scaltra e pragmatica al mondo, rispetto alla propria logica non commette errori, il problema è se questa logica è ancora aderente e adeguata alla situazione geopolitica mondiale attuale

Keope1963 2 mesi fa su tio
Risposta a W.Bernasconi
Io dico che si auto sostengono perché molto influenti nei paesi che contano.. logica o non logica le scelte politiche di certi paesi sono molto meno influenzate dal loro potere economico.

Keope1963 2 mesi fa su tio
Risposta a W.Bernasconi
Molto influenzate, il meno non so come mi sia partito 😂🤷‍♂️

medioman 2 mesi fa su tio
Risposta a W.Bernasconi
La Russia non ha tagliato TUTTO all’ Ucraina come ha fatto Israele con Gaza (acqua, elettricità e bloccato i confini).

W.Bernasconi 2 mesi fa su tio
Risposta a medioman
Si appunto! m a r m a g l i a stellata Davide

W.Bernasconi 2 mesi fa su tio
Risposta a Keope1963
Dice giusto!
NOTIZIE PIÙ LETTE