Immobili
Veicoli
Irrompe armato in un ospedale, atto eroico della guardia

STATI UNITIIrrompe armato in un ospedale, atto eroico della guardia

18.11.22 - 17:32
Le immagini delle telecamere di sicurezza mostrano il momento dell'attacco. «Ho fatto solo il mio dovere»
Screenshot video
Irrompe armato in un ospedale, atto eroico della guardia
Le immagini delle telecamere di sicurezza mostrano il momento dell'attacco. «Ho fatto solo il mio dovere»

NEW YORK - «Non sono un eroe, ho fatto solo il mio dovere». Le parole di Reynaldo Beckford, l’agente di polizia di Buffalo che ha scongiurato martedì una possibile strage all'ospedale Hispanics United di Buffalo.

«È successo tutto molto velocemente» - Beckford stava svolgendo il suo quotidiano turno davanti l’entrata dello stabile, quando un uomo armato con un fucile semiautomatico AR-15 ha fatto irruzione. «Quando mi sono girato, ho visto con la coda dell'occhio un uomo con un fucile. È successo tutto velocemente. Non potevo credere a quello che stava capitando».

L'agente ha detto di lavorare nel settore della sicurezza da più di 20 anni, ma è la prima volta che vive una situazione così pericolosa. Le telecamere di sicurezza mostrano il momento dell’azione. Si vede l'assalitore entrare e sparare un colpo contro il muro.

Il momento dell'azione ripreso dalle telecamere - «L’ho preso per il fucile e ho cercato d'immobilizzarlo. Per fortuna è intervenuta una seconda guardia. Assieme siamo riuscite a neutralizzare l’uomo». Durante l’intervento il criminale è riuscito a sparare altri colpi senza però ferire nessuno.

La guardia alla fine riesce a mettere un braccio intorno al collo del tiratore e la sua mano sulla canna del fucile. «Mentirei se ti dicessi che non avevo paura per la mia vita. E la prima cosa che mi è balenata in mente è stato il mio bambino che ha appena compiuto tre anni», ha ammesso Beckford commosso.

L'uomo recidivo - L'uomo, un certo Jeffrey Griffin, è stato in seguito portato in centrale di polizia. Non è la prima volta che Griffin si rende protagonista di una sparatoria. Giovedì scorso durante un tentativo di rapina aveva ferito una donna.

Griffin, 48 anni, è stato citato in giudizio questa mattina in relazione a entrambe le sparatorie. Dovrà affrontare le accuse di tentato omicidio in relazione al primo incidente, e sconsiderato pericolo, possesso di un fucile d'assalto e possesso di un caricatore irregolare per il secondo atto di violenza.

Sebbene nessuno sia rimasto ferito nel secondo incidente, il procuratore distrettuale della contea di Erie John Flynn ha affermato che le cose avrebbero potuto prendere una piega molto diversa: «L'atto eroico della guardia di sicurezza è stato determinate». 

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE