Immobili
Veicoli

ARABIA SAUDITAIl più grande pellegrinaggio verso La Mecca in epoca di pandemia

06.07.22 - 15:30
Prende via il più grande raduno di fedeli da due anni a questa parte. Potranno partecipare solo vaccinati o negativi
Keystone
Il più grande pellegrinaggio verso La Mecca in epoca di pandemia
Prende via il più grande raduno di fedeli da due anni a questa parte. Potranno partecipare solo vaccinati o negativi

LA MECCA - È iniziato l’hajj. Ha preso il via il più grande pellegrinaggio verso La Mecca da quando è scoppiata la pandemia. Al pellegrinaggio di quest’anno, che andrà a circondare il luogo più sacro dell'Islam, sono stati ammessi un milione di musulmani, di cui 850mila dall’estero. Negli ultimi due anni, il numero di pellegrini si era ridotto notevolmente a causa del Covid.

I rituali - L’hajj di quest’anno sarà più grande rispetto alle celebrazioni degli scorsi due anni, ma rimarrà comunque contenuto rispetto ai tempi pre-pandemia. Nel 2019, infatti, avevano partecipato all’evento circa 2,5 milioni di musulmani. È arrivato il Covid e nel 2020 solo poche migliaia di fedeli hanno potuto partecipare. L’anno successivo, invece, solo 60’000 cittadini e residenti del regno saudita completamente vaccinati.

Il pellegrinaggio è fatto di una serie di riti religiosi che si compiono nell’arco di cinque giorni tra La Mecca e altre località dell’Arabia Saudita occidentale. Giovedì, i fedeli si sposteranno a Mina, a cinque chilometri dalla Grande Moschea, prima del rito principale sul Monte Arafat, dove Maometto ha pronunciato il suo ultimo sermone.

I partecipanti all’hajj di quest’anno saranno musulmani vaccinati under 65, scelti attraverso una sorta di lotteria online. A coloro che proverranno dall’esterno del regno, sarà richiesto di presentare l’esito negativo di un PCR entro 72 ore dal viaggio.

Implicazioni politiche - Ospitare il pellegrinaggio porta prestigio e legittimazione politica ai governanti della monarchia saudita. Il prezzo per persona di 5’000 dollari in tempi normali fa fruttare miliardi di dollari. Inoltre, dall’anno scorso, l’Arabia Saudita ha permesso alle donne di poter partecipare all’hajj senza essere accompagnate da maschi. L’occasione è ghiotta per poter mostrare i cambiamenti sociali in corso nel regno, nonostante le limitazioni alla libertà personali e le lamentele per la violazione dei diritti umani. 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO