Cerca e trova immobili
Si apre un cratere in strada a San Paolo

BRASILESi apre un cratere in strada a San Paolo

03.02.22 - 16:25
Sotto il punto crollato, era in corso la costruzione di un nuovo tunnel per la metropolitana
AFP
Fonte ats ans
Si apre un cratere in strada a San Paolo
Sotto il punto crollato, era in corso la costruzione di un nuovo tunnel per la metropolitana
Il cantiere si è allagato (per motivi ancora non chiari), e la strada in superficie ha ceduto. È stata aperta un'indagine

SAN PAOLO - Si è creato a San Paolo un enorme cratere nel viale Marginal Tieté, una delle strade più importanti e movimentate della megalopoli brasiliana. Il terreno ha ceduto nell'area di un cantiere, dove l'azienda spagnola Acciona SA stava scavando un tunnel per una nuova linea della metropolitana.

L'operatore della metropolitana ha detto sul suo sito web che i tunnel scavati per il progetto sono stati allagati, prima del crollo. Non è ancora chiaro cosa abbia causato l'inondazione e il successivo sprofondamento del terreno, s'ipotizza la rottura di un collettore fognario, ma sicuramente hanno avuto il loro ruolo le recenti piogge intense. 

Fortunatamente, non ci sono state vittime. I funzionari della sicurezza pubblica hanno detto che tutti i 50 lavoratori sono stati in grado di uscire dal tunnel. Solo due dipendenti sono stati trattati dagli enti di primo soccorso per il contatto con l'acqua sporca che è sgorgata attraverso il sito.

Dozzine di operai e tecnici sono al lavoro da due giorni sul posto, con circa 650 camion che hanno scaricato i loro carichi di pietra e cemento per ricoprire il buco, che ha fatto sprofondare l'asfalto e impedito il flusso automobilistico. Il tratto di strada interessato è ancora bloccato, ma le autorità stimano che il traffico potrebbe riprendere domani, se i lavori di riparazione saranno completati in tempo.

Nel frattempo, per quel che riguarda il maltempo in generale, i vigili del fuoco hanno trovato altri tre corpi stamani nella città di Franco da Rocha, nella regione metropolitana di San Paolo, ciò che ha portato a 30 il numero dei morti causati dalle piogge che nel fine settimana hanno colpito diverse zone dello Stato.

Le frane registrate nella regione hanno lasciato 4'600 famiglie senza casa o sfollate, secondo la Protezione civile.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE