ARCHIVIO KEYSTONE
I sindacati auspicano che i No Green Pass non mettano in atto la minaccia di bloccare le stazioni.
ITALIA
31.08.2021 - 14:250

«Auspichiamo un doveroso ripensamento»: sindacati contro il blocco delle stazioni

Pieno sostegno alla campagna vaccinale, sia per i lavoratori che per gli utenti del trasporto pubblico

ROMA - Le tre principali sigle sindacali del settore del trasporto pubblico italiano - Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti - invocano un ripensamento da parte degli organizzatori del blocco delle stazioni ferroviarie, minacciato per domani come risposta all'entrata in vigore delle nuove regole sugli spostamenti con il Green Pass.

«Il trasporto ferroviario è un servizio pubblico essenziale (infatti è soggetto alle regole della legge sui servizi minimi per lo sciopero) che garantisce il diritto costituzionale alla mobilità dei cittadini. Chi decidesse d'interromperlo arbitrariamente in nome della libertà a non vaccinarsi non avrebbe il sostegno del sindacato sia perché violerebbe la legge, sia perché il sindacato sostiene la campagna vaccinale tanto per i lavoratori che per gli utenti del servizio pubblico».

Proseguono le sigle sindacali: «Il vaccino fino a questo momento è l'unica arma conosciuta per sconfiggere la pandemia e consentire alle persone di non ammalarsi, di vivere, di lavorare, d'impegnare il tempo libero in varie attività e di viaggiare in sicurezza». Per questo motivo «auspichiamo un doveroso ripensamento da parte dei promotori della protesta», ovvero i No Green Pass che si sono chiamati a raccolta tramite chat, social e Telegram.

 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-19 02:20:46 | 91.208.130.85