Imago
Il luogo dell'incidente.
STATI UNITI / SPAGNA
28.07.2021 - 23:300

Dieci milioni per la «negligenza» che uccise le quattro turiste spagnole

L'accusa ha attaccato la mancata «competenza» dell'autista del camion commerciale che ha provocato l'incidente

Il verdetto della giuria: l'azienda di trasporti dovrà pagare un compenso milionario alle famiglie

MIAMI / MALLORCA - L'azienda di trasporti che «a causa della propria negligenza» ha provocato la morte di quattro turiste spagnole, il 5 marzo 2018 a Islamorada, dovrà risarcire le famiglie delle vittime per 11.8 milioni di dollari.

Lo ha deciso la giuria della Corte distrettuali statunitense a Kay West, come riporta il Miami Herald. La Discount Rock & Sand, che si occupa - oltre a trasporti - anche di edilizia e paesaggistica, ha trenta giorni di tempo per fare appello.

Secondo gli avvocati delle famiglie, l'azienda non ha «formato» in modo adeguato il conducente del camion, che ha speronato il SUV che era stato noleggiato dalle ragazze, spingendolo nella corsia opposta e facendolo scontrare con un camper e poi finire contro un albero. Le quattro amiche, tre 31enni e una 30enne, sono tutte decedute sul colpo.

I giurati hanno deliberato per diverse ore nell'arco di due giorni prima di annunciare il verdetto, venerdì scorso. «È una decisione corretta» ha detto l'avvocato Paul Jon Layne, che ha rappresentato le famiglie delle vittime: «Finalmente i nostri clienti hanno potuto avere una piccola quantità di pace».

L'avvocato Layne ha poi detto all'agenzia stampa Efe che nel processo è stato stabilito che le turiste, tre di loro provenienti da Mallorca e una da Cordoba, non hanno avuto alcuna responsabilità nell'incidente in cui hanno perso la vita. Secondo l'accusa, il conducente del camion aveva invece «una storia di infrazioni stradali» e «non era competente per operare e mantenere il veicolo commerciale in cui stava viaggiando».

Gli avvocati rappresentanti di Discount Rock & Sand non hanno per il momento rilasciato alcun commento.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-21 07:38:34 | 91.208.130.85