keystone-sda.ch / STR (Nardus Engelbrecht)
La variante Beta del Sars-CoV-2 potrebbe causare più ricoveri e decessi.
SUDAFRICA
10.07.2021 - 00:310

Possibili più ricoveri e decessi con la variante Beta

Lo indica uno studio che analizzato i dati della seconda ondata Covid nel Paese africano

CITTÀ DEL CAPO - La variante Beta del virus Sars-CoV-2, isolata per la prima volta in Sudafrica, potrebbe aumentare il rischio di ricovero e morte per Covid-19: lo indicano i dati raccolti in Sudafrica dal gruppo di ricerca guidato da Waasila Jassat, dell'Istituto Nazionale per le Malattie Trasmissibili (NICD). I risultati, pubblicati sulla rivista Lancet Global Health, sono presentati al congresso della Società europea di microbiologia clinica e malattie infettive (ECCMID).

Lo studio ha messo a confronto gli effetti della prima ondata di Covid-19 in Sudafrica, culminata nel luglio 2020, con la seconda ondata che ha raggiunto il picco nel gennaio 2021 con la variante Beta come predominante. In particolare, i ricercatori hanno preso in esame i dati raccolti dal sistema nazionale di sorveglianza attiva DATCOV per quanto riguarda i ricoveri avvenuti tra il 5 marzo 2020 e il 27 marzo 2021.

I numeri dimostrano che la seconda ondata è stata nettamente più pesante della prima, sia per quanto riguarda il numero di contagi (240 casi ogni 100.000 abitanti contro i 136 della prima ondata), ricoveri (28 ogni 100.000 abitanti vs 16) e decessi ospedalieri (8,3 ogni 100.000 abitanti vs 3,6). La crescita media settimanale dei ricoveri si è impennata dal 20% della prima ondata al 43% della seconda. Dalla rielaborazione dei dati emerge anche un aumento del 31% del rischio di decesso in ospedale.

Alla luce di questi dati, i ricercatori concludono che «in Sudafrica la seconda ondata si è associata a una maggiore incidenza di Covid-19, un incremento più rapido dei ricoveri e un'aumentata mortalità in ospedale». Sebbene l'aumento della mortalità possa essere parzialmente spiegato dalla maggiore pressione sul sistema ospedaliero e dal fatto che nella seconda ondata sono state ricoverate persone più anziane, «un aumento residuale della mortalità tra i pazienti ricoverati potrebbe essere legato alla variante Beta».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-20 00:29:23 | 91.208.130.85