Immobili
Veicoli

MALTAMalta chiude le porte ai non vaccinati

09.07.21 - 20:30
Per poter entrare servirà un certificato Covid riconosciuto: maltese, britannico o dell'Unione europea
REUTERS
Malta chiude le porte ai non vaccinati
Per poter entrare servirà un certificato Covid riconosciuto: maltese, britannico o dell'Unione europea

LA VALLETTA - Malta ha deciso che, a partire da mercoledì 14 luglio, nell'isola potranno entrare solo coloro che si sono vaccinati contro il coronavirus e che hanno completato il processo d'immunizzazione dal almeno 14 giorni.

L'annuncio è stato fatto dal vicepremier e ministro della Salute Chris Fearne. «A partire dal 14 luglio, tutti coloro che arrivano a Malta devono presentare un certificato vaccinale riconosciuto: uno maltese, britannico o dell'Unione europea». Fearne ha aggiunto: «Saremo il primo Paese in Europa a fare questo passo». E riguardo alle riaperture: «Per ora non stiamo cambiando altre parti del nostro piano, ma lo faremo se la scienza ci suggerirà che dovremmo farlo».

Non è stato precisato al momento se il certificato Covid svizzero, che è stato ufficialmente riconosciuto dall'Unione europea, sia tra quelli accettati a Malta.

Le disposizioni prevedono che i bambini che accompagnano i genitori dovranno presentare un tampone molecolare negativo per poter essere ammessi. Bambini non accompagnati non potranno accedere a Malta. Le misure avranno una ripercussione anche per i residenti non vaccinati: costoro non potranno recarsi all'estero. «Le persone non vaccinate devono avere il permesso della Soprintendenza per la sanità pubblica per entrare o uscire dal paese».

Malta in questi giorni sta registrando un aumento esponenziale di contagi da coronavirus. Decine di studenti e accompagnatori italiani, riferiscono i media locali, sono bloccati in quarantena in un hotel Covid dopo che 21 persone sono risultate positive al virus. Le scuole di lingue presenti sull'isola saranno chiuse sempre la prossima settimana.

 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO