keystone-sda.ch / STF (Gerry Broome)
+4
STATI UNITI
22.04.2021 - 19:100

Un altro afroamericano ucciso dalla polizia, scoppiano le proteste

Secondo alcuni testimoni, il 42enne Andrew Brown stava fuggendo quando è stato colpito fatalmente

I manifestanti chiedono che vengano rilasciate le immagini delle "body-cam" dei poliziotti

ELIZABETH CITY - Un afroamericano di Elizabeth City, in North Carolina, è morto mercoledì mattina dopo essere stato raggiunto da alcuni colpi di pistola sparati da un'agente del Dipartimento di polizia locale.

Lo riporta l'agenzia AP. A quanto hanno dichiarato alcuni testimoni, il 42enne - che si chiamava Andrew Brown - stava cercando di fuggire con la propria auto quando i poliziotti hanno aperto il fuoco.

L'evento ha subito scatenato una forte reazione all'interno della comunità locale, con decine di persone che si sono radunate sul luogo della sparatoria, esprimendo la loro rabbia e chiedendo giustizia al grido di "Black Lives Matter".

I funzionari dello Stato della Carolina del Nord hanno nel frattempo aperto un'indagine su quanto accaduto, e l'agente in questione è stato momentaneamente sospeso. In ogni caso, sono molte poche le informazioni fornite finora: non è stato chiarito se Brown fosse armato al momento della sparatoria, quanti colpi siano stati sparati, e non sono ancora stati resi pubblici i filmati delle "body-cam" degli agenti di polizia.

Si è a conoscenza del fatto che gli agenti avevano un mandato di perquisizione, e che Brown aveva una storia di accuse legate al possesso e al consumo di stupefacenti, ma le domande aperte restano molte.

Nel frattempo, il Consiglio comunale della cittadina si è riunito in un incontro d'emergenza per discutere della questione, esortando la comunità a mantenere la calma fino a quando tutti i fatti sulla sparatoria non saranno resi noti.

keystone-sda.ch (Stephen M. Katz)
Guarda tutte le 8 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Peter Parker 5 mesi fa su tio
Ma quindi ora ci sarà un articolo per ogni volta che un afro-americano viene ucciso dalla polizia? Fate anche voi del facile sensazionalismo. Ma che ci trovate di interessante a fare il gioco di BLM?
Tato50 5 mesi fa su tio
Ma una qualche volta non si parla dei poliziotti uccisi dagli afroamericani ? ;-((((((((((((
Ro 5 mesi fa su tio
Non sta a me giudicare ma ..... Si sta complicando sempre di più la situazione. C’è comunque qualcosa che non è chiaro al 100 %. Il fatto gravissimo di Floyd ha portato alla colpevolezza dell’ufficiale di polizia ed è stata una sentenza corretta. Questo però non dovrebbe portare a vedere sempre nelle sparatorie, se la vittima è un afroamericano ( parola che trovo sotto un certo sospetto offensiva) la colpevolezza degli ufficiali di polizia. A me pare che qualcuno stia strumentalizzando queste tristi eventi. Quindi sarebbe meglio che qualcuno prende le redini al più presto prima che tutto sfugga di mano. Togliere le armi agli ufficiali di polizia è improponibile se non un suicidio. Togliere le armi dalle strade invece è fattibile ma .... ci sono le forti pressioni delle fabbriche di armi. Se poi la gente quando viene fermata dalla polizia, si sottrae violentemente, qualcuno dovrebbe dirmi come si dovrebbe comportare l’agente di polizia. Perché sparate ad un individuo che fugge in auto ? Per la sicurezza della gente e non per divertimento, ne sono certo. Ricordo che se durante una fuga si perde il controllo del veicolo si possono provocare incidenti mortali e su YouTube c’è ne sono a migliaia. Persone innocenti uccise dall’irresponsabilità di alcuni individui. E per finire mi chiedo come mai quando uccidono degli ufficiali di polizia nessuno ma proprio nessuno va in piazza a protestare. Ecco perché a volte vedo 2 pesi e 2 misure e questo lo trovo da irresponsabili. Ai giornalisti bisogno dirgli che prima di fare certi titoloni che incitano alla violenza che aspettino i risultati delle indagini e le sentenze delle corti preposte. La vedo così, giusto o sbagliato che sia ma non mi ritengo un razzista.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-28 04:55:07 | 91.208.130.86