Immobili
Veicoli
keystone-sda.ch / STF (JOHN MACDOUGALL / POOL)
GERMANIA
04.02.2021 - 15:450

Merkel incontra le famiglie in confinamento: «Siamo al limite»

Stress, impreparazione e aiuti insufficienti mettono a dura prova i genitori. La cancelliera: «Tenete duro».

BERLINO - Angela Merkel ha incontrato oggi le famiglie alle prese con la sfida del confinamento e ha raccolto i messaggi, talvolta disperati, di chi deve gestire la didattica a distanza e il lavoro da casa. Inoltre, c'è chi ha detto a chiare lettere che il bonus una tantum da 150 euro stanziato dal governo per i figli «è del tutto insufficiente, una goccia nel mare».

Non solo. «Molti genitori arrivati qui come immigrati sono analfabeti», ha detto fra le lacrime una delle donne incontrate virtualmente dalla cancelliera nell'ambito di uno dei consueti appuntamenti con la cittadinanza. «Io ho molti contatti con rifugiati e migranti - ha spiegato -. E tutti noi vorremmo poter sostenere meglio i nostri bambini». Anche se gli insegnanti ce la mettono tutta, «il problema non sono solo i computer portatili o le attrezzature, ma la necessità che i migranti siano meglio in rete con il resto della società».

«Siamo al limite anche sul piano emotivo», ha aggiunto una mamma, raccontando le difficoltà che ha nel fare lezione alla figlia che, in prima elementare, sta imparando a scrivere. «Io non ho una formazione pedagogica adeguata, e mia figlia mi rifiuta come insegnante».

La cancelliera ha ribadito che «l'obiettivo del governo è riaprire appena possibile innanzitutto le scuole», che in Germania sono chiuse dal 16 dicembre. Merkel ha inoltre chiesto di tenere duro ancora un po': «Si tratta ormai di poche settimane. Noi vorremmo fare in modo che le scuole vengano riaperte con un orizzonte sicuro, e che non si debbano richiudere velocemente».
 
 

keystone-sda.ch (John Macdougall)
Guarda le 2 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-25 18:29:58 | 91.208.130.86