Keystone - foto d'archivio
SUDAFRICA
25.12.2020 - 11:200
Aggiornamento : 15:04

«Il "nostro" virus non è più pericoloso di quello inglese»

Non ci sono attualmente prove che le mutazioni del virus siano più aggressive

DURBAN - Non ci sono prove che il nuovo ceppo del coronavirus identificato in Sudafrica sia più pericoloso o contagioso del suo cugino isolato in Gran Bretagna: è quanto sostiene il ministro della Salute sudafricano Zwelini Mkhize, rispondendo alla sua controparte britannica.

«Non ci sono prove che provochi una forma più grave della malattia o un aumento della mortalità rispetto alla variante britannica o alle mutazioni identificate in tutto il mondo», sottolinea.

Mercoledì, il ministro britannico Matt Hancock aveva affermato che la nuova forma del virus dal Sudafrica è «di grande preoccupazione, perché è più contagiosa e sembra essere mutata più di quella identificata nel Regno Unito». Tuttavia, non ci sono attualmente prove che tali mutazioni del virus siano più aggressive.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-09 07:40:21 | 91.208.130.87