Keystone
ITALIA
22.11.2020 - 21:360

"Promozione Covid. Bara in omaggio», la pubblicità a Milano che fa discutere

Il cartellone è accompagnato dall'immagine di un guantone da boxe che dà un pugno al coronavirus

MILANO - "Promozione Covid. Bara in omaggio, te la regaliamo noi!!!" si legge su alcuni cartelli di un'impresa di pompe funebri, appesi in varie zone di Milano.

Il cartellone è accompagnato dall'immagine di un guantone da boxe che dà un pugno al coronavirus e dalle scritte "In regalo il cappotto di legno" e "Per pagare e per morire c'è sempre tempo".

Una comunicazione che ha sollevato lo sdegno dei social: «Non ci posso credere, non dovrebbe nemmeno essere autorizzata una pubblicità così» scrive un milanese, cui fanno eco in tanti, bollando l'iniziativa, giudicata copiata in malo modo dalla comunicazione di Taffo, come «una vergogna».

Qualcuno spera che sia solo uno scherzo di cattivo gusto, ma un addetto delle pompe funebri spiega al telefono che in diversi, solo oggi, hanno chiamato per la promozione: «Per ora è attiva solo su Milano e hanno già chiamato in tanti, purtroppo questo per il nostro settore è un periodo di super lavoro». Di lamentele per il pacchetto da 799 euro escluse spese comunali, dice l'addetto, finora a lui direttamente non ne è arrivata nessuna.

Casi in Lombardia - Sono 5.094 i nuovi positivi in Lombardia, riscontrati da 29.800 tamponi, con un rapporto del 17% tra tamponi fatti e nuovi casi scoperti. Sono 13 i nuovi ingressi in terapia intensiva, 77 negli altri reparti e 165 le vittime, per un totale di 20.524 decessi da inizio pandemia.

Le persone guarite o dimesse sono invece 3.208. Il numero maggiore di nuovi casi a Milano: 2.208 di cui 825 in città. Pochi di più, 843, in provincia di Monza e Brianza, mentre crollano i casi a Varese, 326, a fronte dei quasi 2000 di ieri, quando però erano stati fatti oltre 44mila tamponi.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-07-24 00:03:10 | 91.208.130.85