Keystone
GRECIA
17.09.2020 - 15:250

Rogo di Moria: incriminati quattro afghani

A incastrarli sono stati i video degli incendi circolati sui social. Migranti restii a trasferirsi nel campo provvisorio

MITILENE - Le autorità greche hanno incriminato quattro cittadini afghani accusati di essere i responsabili dei roghi che, la settimana scorsa, hanno distrutto il campo migranti di Moria, sull'isola greca di Lesbo. I capi d'imputazione a loro carico sono incendio doloso e appartenenza a un'organizzazione criminale.

Come riporta Ekathimerini, a incastrare i quattro presunti piromani sono stati i filmati degli incendi circolati sui social network. I quattro compariranno davanti a un giudice sabato. Con loro sono indagati anche altri due connazionali, entrambi minori non accompagnati.

Intanto, a Lesbo è iniziato il trasferimento degli oltre 12mila sfollati di Moria a un campo provvisorio, Kara Tepe, che si trova poco lontano.

Benché la capacità della struttura sia di 8'000 posti, fino a giovedì mattina solo 1'800 persone vi si erano trasferite. Come riferisce la BBC, molti migranti hanno preferito rimanere accampati per le strade, con l'intento di lasciare quanto prima Lesbo alla volta dell'Europa continentale.   

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-28 05:46:36 | 91.208.130.85