Immobili
Veicoli

ITALIACrollo del ponte a Genova: ancora 6 le persone in ospedale

25.08.18 - 19:23
Complessivamente il crollo del viadotto autostradale Morandi della A10 ha fatto 43 morti. La demolizione è prevista per i primi di settembre
Keystone
Crollo del ponte a Genova: ancora 6 le persone in ospedale
Complessivamente il crollo del viadotto autostradale Morandi della A10 ha fatto 43 morti. La demolizione è prevista per i primi di settembre

GENOVA  - Si assottiglia il numero dei feriti ancora ricoverati negli ospedali genovesi a causa del crollo di ponte Morandi. Oggi è stata dimessa una paziente che è stata curata al nosocomio Villa Scassi. Ora sono sei i feriti ancora ricoverati. Quattro sono all'ospedale San Martino, uno al Galliera e uno al Villa Scassi.

Complessivamente il crollo del viadotto autostradale Morandi della A10 ha fatto 43 morti.

Demolizione in settembre - Piove, ma i tanti occhi umani e elettronici che osservano il torrente Polcevera non rimandano immagini preoccupanti. Le previsioni dell'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente ligure (Arpal) e della Protezione civile regionale, con relativo allerta giallo esteso a domattina e il focus sul torrente dove insistono ancora 1200 metri cubi di quello che è stato il viadotto Morandi, hanno ben visto quello che poteva succedere. C'è acqua nel torrente, ma per ora non fa paura.

Ancora una manciata di giorni e quei due monconi troncati a metà nel cielo della Val Polcevera verranno abbattuti con tutto il carico di ricordi e lacrime di cui sono intrisi. Che debbano essere distrutti non si discute: il moncone ovest è infiltrato d'acqua e quello est, secondo l'assessore alla protezione civile Giacomo Giampedrone «ha un grado di ammalamento di 4 su una scala di 5». Possono essere pericolosi, soprattutto in giornate di maltempo e anche per questo Genova deve dire addio al viadotto Morandi.

La procura, che guida le indagini per omicidio colposo plurimo aggravato, disastro colposo e attentato colposo alla sicurezza dei trasporti attende che la Protezione civile relazioni sulla sicurezza dell'incolumità pubblica perché, stante la necessità di preservare il luogo dei fatti, si deve prima pensare alle persone. Appena i pubblici ministeri avranno quel documento, daranno il nulla osta e dissequestreranno le opere, forse non tutte in una volta ma secondo necessità.

Le indagini vanno avanti: mentre i consulenti proseguono le acquisizioni di materiali in loco ripresi in ogni loro singolo atto dalle telecamere della Scientifica le squadre di procura generale hanno acquisito documenti anche nella sede di Campi Bisenzio (Firenze) di Autostrade. La polizia ascolta i testimoni del crollo divisi per gruppi: chi si trovava sopra il ponte e chi si trovava sulla strada. Testimonianze «discretamente omogenee» dicono gli inquirenti che stanno ricostruendo un puzzle molto complesso. Saranno sentiti anche i feriti.

Mentre a Oleggio (Novara) si tengono le esequie di Cristian Cecala, della moglie Dawna e della figlia Crystal, 9 anni, tra le ultime vittime ritrovate sotto le macerie, il calcio ricorda a modo suo quello che è stato: i tifosi del Genoa in silenzio per 43', un minuto per ciascuna vittima, la Ferrari che corre con l'immagine del ponte sulla scocca, le magliette di "Genova nel cuore" indossate dai calciatori delle squadre di serie A.

Autostrade, che ha versato finora 714 mila euro di contributi alle prime 74 famiglie sfollate ha annunciato che «questa cifra salirà a circa 1,5 mln lunedì quando andranno in pagamento ulteriori 90 nuovi bonifici». La società si è anche impegnata a presentare entro venerdì prossimo alla struttura commissariale e al Comune di Genova i progetti di demolizione e di ricostruzione che saranno sottoposti anche alla procura. Proprio in previsione di decisioni che saranno cruciali per la viabilità di tutto il Paese, la Protezione civile regionale ha deciso di dotare Commissario e Comune di un pool di esperti che possano sostenere le future decisioni con una forte base tecnico-scientifica.

CR7 a Genova? - Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti ha invitato Cristiano Ronaldo a Genova con un post su Facebook. Toti ha pubblicato un'immagine del giocatore della Juventus prima del match con la Lazio con indosso la maglietta dedicata alla vittime del crollo del ponte Morandi.

 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO