Immobili
Veicoli

CANTONEIl teatro va alla scoperta di “Mata Hari, spia o ballerina?”

16.11.22 - 17:00
Sui palcoscenici di Locarno e Lugano, la tragica storia di una tra le donne più misteriose della storia recente
Teatro Paravento
Il teatro va alla scoperta di “Mata Hari, spia o ballerina?”
Sui palcoscenici di Locarno e Lugano, la tragica storia di una tra le donne più misteriose della storia recente

LOCARNO/LUGANO - È un vero e proprio poema epico, dal sapore noir, quello che la compagnia del Teatro Paravento di Locarno ha deciso di mettere in scena, nei mesi di novembre e dicembre, su due differenti palcoscenici (Locarno e Lugano). "Mata Hari, spia o ballerina?", titolo dello spettacolo, rappresenta un appuntamento per tutti gli amanti dell’arte che sa farsi oratrice delle grandi storie di vita. Quelle che, per intenderci, si intrecciano con drammi, fatti e passioni travolgenti, spesso letali.

La protagonista - Al centro del poema epico, messo in scena dalla compagnia teatrale, ci sarà la tragica storia di Mata Hari, spia e ballerina allo stesso tempo. L'intento è quello, nobile, di restituire dignità alla donna e all’artista vissuta nei primi novecento, MataHari appunto.

La storia di MataHari - Il suo vero nome era Margaretha Geertruida Zelle, olandese. Fu fucilata a Parigi il 15 ottobre 1917, in piena prima guerra mondiale, con l’accusa di essere una spia doppiogiochista che prestava servizio, contemporaneamente, sia alla Germania che alla Francia. La protagonista fu però soprattutto sorprendente ballerina, le cui coreografie si ispiravano alle danze sacre di Java. Ebbe un gran successo in tutta Europa, tra il 1905 e il 1914, anni della Belle Époque. 

Le date degli spettacoli - Gli spettacoli sono in programma al Teatro Paravento di Locarno il 18 e 19 novembre (ore 19.00), il 20 novembre, ore 17.00 (info@teatro-paravento.ch), e al Foce di Lugano il 9 e 10 dicembre, ore 20.30.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE