CANTONEBunker di Camorino, il Gran Consiglio si spacca

07.11.22 - 18:01
Bocciato il rapporto di maggioranza, votazione pari per quello di minoranza.
TiPress
Bunker di Camorino, il Gran Consiglio si spacca
Bocciato il rapporto di maggioranza, votazione pari per quello di minoranza.

BELLINZONA - La decisione è rimandata alla prossima seduta. Il Gran Consiglio, oggi, si è diviso rispetto alla petizione popolare sul bunker di Camorino. Al termine di una lunga discussione, la seduta ha bocciato per tre voti il rapporto di maggioranza (36 sì, 39 no e 1 astenuto). Ma, allo stesso tempo, il giudizio sul rapporto di minoranza è finito in pareggio (36 sì e 36 no). Si rivoterà, quindi, alla prossima seduta.

«Non entriamo nel merito del contenuto del documento - ha commentato Andrea Censi (Lega dei Ticinesi), relatore del rapporto di maggioranza - conformemente al principio della separazione dei poteri, chiediamo sia inviata la petizione al Consiglio di Stato».
Il rapporto di minoranza, come spiegato da Carlo Lepori (Ps) raccomandava invece al Gran Consiglio di accettare le proposte della petizione e invitava il Governo a metterle in atto. Il deputato ha messo l’accento sui problemi sollevati in passato attorno alle condizioni di vita dentro al bunker, come per esempio «sporcizia, scarsità di aria e luce, senso di soffocamento».

Le condizioni di vita all'interno del bunker, già chiuso da mesi, sono finite in passato più volte sotto i riflettori e hanno portato a proteste da parte degli stessi asilanti. A dicembre del 2019, numerosi cittadini e 12 associazioni avevano presentato una sottoscrizione chiedendo, fra le altre cose, la chiusura immediata della struttura, la «riduzione immediata del sovraffollamento nei centri che ospitano persone sottoposte alla legislazione sull'asilo», «l’attivazione della rete di famiglie disposte a ospitare le persone suddette anche per brevi periodi» e «divieto d'interventi notturni e senza preavviso da parte della Polizia negli alloggi dei rifugiati».

Fra gli interventi, particolarmente appassionato quello di Roberta Passardi, indicando la volontà del Plr di votare il rapporto di minoranza. Dal canto suo, il consigliere di Stato Raffaele De Rosa ha tenuto a ribadire gli sforzi messi in campo dal Cantone, per esempio nel campo dei minori non accompagnati. Inoltre, dando uno sguardo al futuro, a fronte di un possibile aumento dei flussi migratori, non esclude «l’utilizzo del centro della protezione civile di Camorino, se davvero si vuole avere uno spirito di accoglienza e solidarietà». La struttura è all’interno del centro polivalente. De Rosa entra poi nel merito della petizione, analizzando ogni singolo punto. «Quella dei flussi migratori è una sfida epocale - ha concluso - sono di estrema attualità e continueranno anche in futuro, non solo per le guerre ma pure per i cambiamenti climatici».

COMMENTI
 
Evry 2 mesi fa su tio
VERGOGNA !! i sinistroiodi plus e distruttori vogliono collocare i rifugiati e finti in albergthi, andate in Italia, Francia e Germania a vedere dove soggiornano !!!
Mattiatr 2 mesi fa su tio
Onestamente non capisco il senso di tenerli dentro al bunker a tempo indeterminato, come non capisco perché allocarli in un luogo migliore (sempre vita natural durante). Diamogli un tetto per un annetto o due, facciamoli lavorare con la protezione civile e la sera corso d'italiano obbligatorio. Passato questo tempo se sono in grado di ordinare una birra al bar e a dire quelle 200 cose necessarie per vivere buona fortuna e tanta salute (inserimento nel mercato del lavoro locale e intercantonale). Alla fine le migrazioni italiane nei ''50 questo erano. Sono persone, non è dignitoso rinchiuderli in una palazzina con i fiorellini e le finestre ampie, ma dargli quei minimi strumenti per arrangiarsi (ah, la lingua la s'impara, migliaia di ragazzi ticinesi sono partiti per la Svizzera centrale con conoscenze insufficienti per comunicare e sono ancora vivi, lo sterro per gli italiani, spagnoli e via dicendo, non c'è motivo per la quale gli africani non siano all'altezza delle sfide occidentali (sopra tutto dopo quello che molti di loro hanno passato).
vulpus 2 mesi fa su tio
Si leggono commenti piuttosto sopra le righe, ma che probabilmente presi di persona ragionano in modo diverso.Possono anche essere dettati dalle continue notizie negative e dallo stress artificioso continuamente diffuso. Mi chiedo però se anche queste denuncie per questi bunker siano veramente corrispondenti alla realtà, oppure ci siano i soliti che ne approfittano per fare da tromba di risonanza. Possibile veramente che le nostre autorità e funzionari cantonali e federali tollerino delle situazioni inaccettabili? Oppure sono le società private che gestiscono queste persone che non ne sono all'altezza? Si fa sempre facilmente il dagli contro a tutti, ma talvolta le realtà sono diverse. Troppe strumentalizzazioni.
pardo54 2 mesi fa su tio
Certi commenti proprio non si possono accettare e dimostrano quanto siano becere certe persone, se così si possono chiamare.
Mirschwizer 2 mesi fa su tio
La sporcizia la creano quelli che vi sono ospitati quindi fateli pulire a legnate e che ci rimangano ..... e chiudiamogli pure un po gli aeratori ...... Come Cula tanti di noi hanno fatto la scuola reclute nei bunker senza dire niente .... Smettiamola di mettere il tappeto rosso a questi personaggi da quando arrivano a quando se ne vanno 🤬🤬🤬
Pensopositivo 2 mesi fa su tio
Tipico commento di destra...inumano ed egoista . Si nota chiaramente un fastidio e un disprezzo per queste persone meno fortunate di noi ... nessuno parla di 5 stelle peró, come é possibile che non ci sia una struttura che non sia un bunker ? A meno che la intenzione sia proprio quella : che non si sentano troppo "comodi"... Viva l'ospitalità !
emibr 2 mesi fa su tio
Mi associo completamente e aggiungo a favore dei controllori di Tio: ma siete così attenti alle parolacce e poi lasciate completamente liberi commenti così rozzi e razzisti? Vi fa forse comodo per aumentare il numero di lettori e/o li condividete pure?
Cula 2 mesi fa su tio
Dimenticavo mi raccomando frigo bar pieno.
Cula 2 mesi fa su tio
Io mi sono fatto 4 mesi recluta in un bunker militare e non abbiamo mai reclamato.Ci sono camere libere negli hotel a cinque stelle PS pagate voi la fattura e mandateli lì.
Pensopositivo 2 mesi fa su tio
E chissenefrega se ti sei fatto 4 mesi...il fine settimana andavi a casa tua e ti pagavano anche... P.d. la mancanza di empatia é proprio il fiore all" occhiello dei legaioli o udc... Complimenti!
NOTIZIE PIÙ LETTE