Getty
CANTONE
23.10.2021 - 22:310

Sigarette elettroniche: qual è la situazione nelle scuole?

Maddalena Ermotti-Lepori (PPD) ha inoltrato un'interpellanza per capire se esista una strategia nelle scuole

BELLINZONA - Le sigarette elettroniche, sia usa e getta che quelle con i liquidi aromatizzati, sono arrivate sul mercato pochi anni fa, e da subito hanno attratto un pubblico piuttosto esteso. Ma qual è la situazione nelle scuole ticinesi? Esiste una strategia specifica? 

La granconsigliera Maddalena Ermotti-Lepori ha inoltrato un'interpellanza al Consiglio di Stato sull'utilizzo delle sigarette elettroniche. «Preoccupa il fatto che tali nuovi prodotti sembrano innocui, sono simpatici da vedere, e hanno un aspetto accattivante: sono compatti, leggeri e portatili, in molti colori e molti gusti, facilmente reperibili e acquistabili su internet» si legge nel testo. 

«Dato che questi dispositivi hanno forme che possono confondersi con altri oggetti, parrebbe addirittura che ci siano giovani che riescono a fumare in classe» segnala la granconsigliera.

Pertanto Maddalena Ermotti-Lepori ha interpellato il Consiglio di Stato con le seguenti domande:

  • È al corrente della pericolosità di questi nuovi prodotti, in particolare per i giovani?
  • Il personale docente è stato sensibilizzato?
  • Il Dipartimento ha una strategia rivolta alle scuole?
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-11-30 16:53:38 | 91.208.130.85