Pompieri di Locarno
ULTIME NOTIZIE Ticino
Chiasso
7 min
Prove di un Nebiopoli covid-safe
L'obiettivo degli organizzatori è capire se nel 2022 sarà possibile tornare a proporre la festività in formula piena
FOTO
ONSERNONE
15 ore
Fiamme al Centro servizi di Berzona
Sono intervenuti i pompieri di Locarno che hanno spento il fuoco
LUGANO
18 ore
Un "corridoio vasariano" a luci rosse tra Iceberg e Moulin Rouge
Progetto di passerella per unire i due locali erotici in un solo postribolo da 60 stanze
CANTONE
19 ore
Valle di Blenio senza radar, Luganese sotto stretta sorveglianza
La prossima settimana nessun radar mobile in Valle di Blenio. Nel Luganese possibili controlli in ben 23 località.
CUGNASCO-GERRA
21 ore
Insieme all’autunno arrivano sempre le castagne
Gli organizzatori invitano tutti per sabato 25 settembre, vi aspetteranno musica, divertimento e tante caldarroste.
CANTONE
21 ore
Nella Valle del Sole baciati dal sole
Dopo un anno di pausa, si è svolta ieri la Giornata cantonale dei Sentieri.
CADENAZZO
21 ore
Due anni di lavori per 7 km di strada: «È inevitabile»
La strada cantonale tra Cadenazzo e lo svincolo di Rivera avrà un cantiere per 24 mesi.
VERZASCA
21 ore
Chiusa per una notte parte della cantonale Gordola-Sonogno
La strada in zona Lavertezzo chiesa sarà chiusa da giovedì 30 settembre alle 20 al primo ottobre alle 5.30.
MENDRISIO
23 ore
Maltempo in arrivo: domenica il treno del Generoso si ferma
Per questioni di sicurezza, i convogli non circoleranno e il Fiore di pietra resterà chiuso
FOTO
LOCARNO
1 gior
Pompieri in via Bustelli, incendio in una lavanderia
La strada è stata chiusa. Sul posto sono accorsi i pompieri, un'ambulanza e alcuni agenti di polizia
LOCARNO
15.07.2021 - 09:200

Hangar devastato dal maltempo: «Si poteva evitare?»

Lo chiede il gruppo UDC in Gran Consiglio in un'interrogazione inviata oggi al Consiglio di Stato.

Nel 2018 il Gran Consiglio approvò un credito di mezzo milione per la progettazione dell'hangar che, come rilevò il governo, si «trovava in uno stato fatiscente» al punto che la manutenzione corrente non era «più sufficiente per permettere un razionale uso degli spazi».

LOCARNO / BELLINZONA - Il forte maltempo che ha investito martedì il nostro cantone ha provocato danni particolarmente gravi presso l'aeroporto di Locarno, dove uno degli hangar è stato "scoperchiato" dall'impeto del vento. Il risultato? Tre aerei da buttare e un'altra decina danneggiati. Danni che si potevano evitare? È quanto chiede oggi un'interrogazione del gruppo UDC - primo firmatario Tiziano Galeazzi - al Consiglio di Stato.

Riavvolgendo per un attimo i nastri al 2018, nell'atto viene ricordata l'approvazione da parte del Gran Consiglio di un credito di progettazione di circa mezzo milione di franchi destinato all'hangar che, precisava già a suo tempo il governo, si trovava in uno «stato fatiscente» tale che la manutenzione corrente non era «più sufficiente per permettere un razionale uso degli spazi».

Tre anni dopo, scrivono i firmatari, «a quanto pare non sono stati ancora redatti i progetti», nonostante gli addetti ai lavori abbiano «più volte» evidenziato la necessità di «importanti lavori» visto lo stato pericolante della struttura. Lavori che sembra non siano mai stati eseguiti. «Ci si augura quindi che la struttura fosse assicurata da parte del Cantone», scrivono i deputati, che sottolineano pure come «l’evento meteorologico ha colpito tutta la zona e tutte le infrastrutture dell’aeroporto» ma «solo il fatiscente hangar del Cantone ha subito gravi danni».

Alla luce di questo quadro, Galeazzi e cofirmatari chiedono all'esecutivo cantonale se fosse o meno al corrente delle richieste di manutenzione formulate dai suoi due servizi e per quale motivo non sono state intraprese. «Come mai non è stato dato seguito alla precisa e vincolante decisione del Gran Consiglio che approvò nel febbraio del 2018 il credito di progettazione?  Chi ha preso la decisione di non dar seguito a questa decisione?» e «perché il Parlamento non è stato informato?», chiedono i deputati, che intendono capire anche se la struttura fosse assicurata contro questo genere di danni o se sarà il Cantone a doverli rifondere.

Le domande dell'interrogazione

  • Il Consiglio di Stato era al corrente delle richieste formulate dai suoi due servizi di intraprendere delle manutenzioni straordinarie alla struttura? Se si, quanti anni fa furono richieste dagli esperti e perché non sono state fatte?
  • Come mai non è stato dato seguito alla precisa e vincolante decisione del Gran Consiglio che approvò nel febbraio del 2018 il credito di progettazione?  Chi ha preso la decisione di non dar seguito a questa decisione: la Sezione della logistica, la direzione dell’aeroporto o altri uffici amministrativi? Perché il Parlamento non è stato informato?
  • La struttura ha degli affittuari e in essere vi è una convenzione riguardante l'uso e l'affitto? Se si, con quale società e quando è stata firmata l'ultima volta e a quali condizioni?
  • La struttura risulta assicurata per questo genere di danni? Se si, anche verso terzi? Se no, perché?
  • La struttura risulta assicurata per questo genere di danni? Se si, anche verso terzi? Se no, perchInerente la domanda D, se non ci fosse alcuna assicurazione, sarà il Cantone a dover rifondere i danni tra cui ai privati?

Firmatari: Tiziano Galeazzi, Sergio Morisoli, Roberta Soldati, Paolo Pamini, Daniele Pinoja, Edo Pellegrini.

Pompieri di Locarno
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-25 12:40:57 | 91.208.130.85