ULTIME NOTIZIE Ticino
FOTO
BELLINZONA
16 min
Il mercato di Bellinzona ha messo la mascherina
Oggi ne sono state distribuite agli avventori che non ne erano provvisti: si tratta di una misura prevista dalla Città
CONFINE
2 ore
«L'Italia non è un lazzaretto»
Lo dice il ministro degli esteri Di Maio. Dal 3 giugno si potrà entrare nel paese senza quarantena
CANTONE
4 ore
Coronavirus: zero contagi e nessun nuovo decesso in Ticino
I dati sull'evoluzione dell'epidemia si confermano incoraggianti.
CANTONE
5 ore
Apprendistato: qui i posti ci sono
In settimane delicate per chi cerca la propria strada, ci sono due settori che assicurano opportunità «affascinanti».
AGNO
18 ore
«Galleria della circonvallazione: occhio che frana tutto»
Secondo il municipale Giancarlo Seitz il futuro tunnel andrà a toccare un pendio già instabile
BERNA / COMANO
19 ore
Rsi accusata di copertura elettorale sbilanciata
L'AIRR ha accolto il ricorso di Xenia Peran in merito alle elezioni federale del 20 ottobre 2019
CANTONE
19 ore
L’UDC difende i ticinesi per la sanità cantonale
«Veglieremo che misure e potenziamenti di posti di formazione e di impieghi supplementari siano destinati ai residenti»
CANTONE
20 ore
Colonie artistiche confermate al MAT
Il semaforo verde è scattato grazie agli allentamenti voluti dal Consiglio federale.
MENDRISIO
20 ore
Orario ridotto al pronto soccorso pediatrico? «Frutto di un'inesatta comunicazione interna»
L'EOC ha precisato che la riduzione degli orari di apertura è stata valutata, ma non è mai entrata in vigore.
LUGANO
20 ore
La frontiera del sesso
Elena racconta come si immagina la riapertura dei locali erotici
BELLINZONA
19.09.2019 - 13:310
Aggiornamento : 15:45

«La Polcom è di nuovo sulla bocca di tutti e non è una novità»

Il consigliere comunale Manuel Donati ha inoltrato un'interpellanza al Municipio sul discusso controllo radar di Camorino: «Quali sono i criteri di prevenzione?»

BELLINZONA - Dopo i tavoli del Consiglio di Stato, il discusso controllo di velocità di Camorino approda ora anche sui banchi del Municipio di Bellinzona. «La Polizia comunale di Bellinzona è di nuovo sulla bocca di numerosi cittadini e non è una novità», scrive il consigliere comunale Manuel Donati, firmatario di un’interpellanza che punta i riflettori sul reale valore di prevenzione del radar posato a pochi metri dalla fine del limite di velocità.

«Nel caso in questione è infatti impossibile intravedere un’attività di prevenzione, soprattutto se si considera il luogo in cui è stato posizionato il radar, ovvero una strada d’avvicinamento agli svincoli autostradali fuori dall'abitato e senza la presenza di pedoni», afferma il consigliere comunale leghista, che chiede di giustificare la scelta elencando «i problemi causati dalle macchine in quel tratto di strada».

Donati chiede in particolare all’Esecutivo della capitale «quali problematiche sono state riscontrate in tempi recenti lungo quel tratto di strada e soprattutto quanti incidenti si sono verificati per giustificarne la posa», invitando inoltre ad indicare quali sono i criteri da rispettare nel collocamento dei  radar - «oltre ovviamente al buon senso», aggiunge il consigliere comunale - e se la legge prevede che si possa posizionare il dispositivo ad una così breve distanza dal cartello che indica la fine della riduzione di velocità.

Inoltre, l’interpellante chiede di indicare se la scelta del luogo è stata un’iniziativa personale o condivisa con il Comando della Polcom. Comando verso il quale Donati non risparmia una frecciata: «Spesso è abbastanza complicato capire la logica con cui opera. Le esternazioni superficiali del Comandante non aiutano, anzi dimostrano preoccupanti lacune nella conduzione e peggiorano la situazione», ha concluso.

Le domande dell'interpellanza

  1. Quali sono i criteri di prevenzione soddisfatti dalla posa in quel luogo di un controllo radar?
  2. Quali problematiche sono state riscontrate in tempi recenti lungo quel tratto di strada e soprattutto quanti incidenti si sono verificati per giustificarne la posa?
  3. Il radar sembra posizionato troppo vicino al cartello stradale che indica la fine della riduzione di velocità. La legge che cosa dice? A quanti metri dalla fine della riduzione di velocità si può iniziare ad accelerare?
  4. Quali sono i criteri da rispettare nella posa di un controllo radar oltre ovviamente al buon senso?
  5. La scelta del luogo è un’iniziativa personale o condivisa con il Comando della Polcom?
  6. Gli agenti, oltre a essere formati sull'utilizzo dello strumento, sono anche istruiti sui criteri di prevenzione e i luoghi da privilegiare?
  7. La Polcom possiede dei “radar amici” con display per attività di prevenzione? Se sì, che utilizzo ne viene fatto?
  8. Quanti sono in media i controlli mensili a Bellinzona (dall'aggregazione in poi)? Possono essere suddivisi percentualmente in categorie (zona scuole, zone residenziale, strade cantonali, …)?
  9. Quanto è stato incassato dalle multe negli ultimi due anni? Le entrate sono in linea con quanto accade negli altri comuni?
  10. Quali insegnamenti ha tratto il Comando della Polcom? L’attività di prevenzione verrà rivista?
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-05-30 14:38:51 | 91.208.130.85