Tipress (archivio)
L’UDC chiede una modifica della Legge Organica Comunale in coerenza con la modifica cantonale.
ULTIME NOTIZIE Ticino
ACQUAROSSA
6 min
Veicolo agricolo distrutto dalle fiamme
CANTONE
32 min
Centro collaudi e OSC nella morsa della canicola: «Il Governo agisca»
LUGANO
41 min
33 donne e un uomo. Sono i nuovi assistenti di farmacia
LOCARNO
47 min
Pardo 2019: il futuro del cinema salvato dai ragazzi
CANTONE
59 min
Troppo ozono nell'aria, scattano gli 80 km/h sull'A2
COLDRERIO
1 ora
Nuovo vicedirettore per il Centro di Mezzana
MENDRISIO
1 ora
Un giovedì da 18'000 franchi (in beneficenza)
CANTONE
2 ore
Una pagina web sullo sviluppo degli insediamenti
ASTANO
2 ore
«Serve un progetto solido con l'aiuto del Cantone»
CENTOVALLI
2 ore
Il paesino dei turisti in burn-out
LUGANO
4 ore
Estate di lavori e traffico deviato
CANTONE
4 ore
Ecco la rosa UDC per le federali
CANTONE
5 ore
Il Ticino infastidito dai moscerini
CANTONE
5 ore
«Il problema? Progettano male!». Stan, Ata e Cittadini ribattono a Zali
LOSONE
5 ore
L'incontro tra due compagnie di danza: mondi che s'incrociano
CANTONE
20.05.2019 - 13:040

Diritti politici: «Più potere al popolo anche nei Comuni»

Un'iniziativa parlamentare del Gruppo UDC propone di estendere la modifica accolta lo scorso 10 febbraio anche nella Legge organica comunale

BELLINZONA - Attribuire maggiore potere al popolo adeguando la Legge Organica Comunale (LOC) nel solco della recente modifica della legge sui diritti politici, accolta in voto popolare lo scorso 10 febbraio. A chiederlo è un’iniziativa elaborata presentata da Piero Marchesi per il gruppo UDC.

Il risultato delle urne ha esteso i periodi di raccolta firme, per referendum ed iniziative, senza modificare il numero di sottoscrizioni necessarie. «Per analogia anche i termini relativi al funzionamento della Democrazia diretta comunale dovrebbero essere modificati attraverso un adeguamento della Legge Organica Comunale», si legge nell’iniziativa di Marchesi che propone di adeguare gli attuali articoli della LOC.

Le due modifiche della LOC proposte:

Art. 75 cpv 3 (modificato):
3. La domanda di referendum dev’essere presentata per iscritto al Municipio entro sessanta giorni dalla data di pubblicazione della risoluzione all’albo comunale e indicare la risoluzione per la quale il referendum è chiesto.[111]

Art. 76 cpv 2 (modificato):
2. I cittadini che intendono proporre un’iniziativa popolare devono depositare il testo, firmato almeno da tre promotori, presso la cancelleria comunale che ne farà immediata pubblicazione all’albo. I promotori designano un loro rappresentante autorizzato a ricevere le comunicazioni ufficiali ed a ritirare l’iniziativa in qualsiasi momento, al più tardi entro otto giorni dalle deliberazioni del consiglio comunale. La raccolta delle firme deve avvenire entro cento giorni dal deposito dell’iniziativa alla cancelleria comunale.[116]

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-06-27 11:19:12 | 91.208.130.87