Immobili
Veicoli
Possibile annegamento al Pozzo di Tegna

TERRE DI PEDEMONTEPossibile annegamento al Pozzo di Tegna

17.06.22 - 15:23
Almeno una persona è stata vista finire sott'acqua e non più riemergere nei pressi di Ponte Brolla.
Rescue Media
Possibile annegamento al Pozzo di Tegna
Almeno una persona è stata vista finire sott'acqua e non più riemergere nei pressi di Ponte Brolla.
Sul posto sono subito intervenuti i sommozzatori della Polizia cantonale e i soccorritori della Rega.

TERRE DI PEDEMONTE - Un imponente dispositivo di ricerca è attualmente impegnato nei pressi di Ponte Brolla per un possibile annegamento. Nella zona del pozzo di Tegna sono infatti attualmente occupati diversi sommozzatori della polizia cantonale e i soccorritori della Rega, oltre che i paramedici del SALVA.

Il motivo, secondo quanto anticipato da alcuni testimoni oculari presenti sul posto a "La Regione", è la scomparsa tra le acque della Maggia di una o più persone. Secondo Rescue Media, invece, a finire sott'acqua sarebbe stato un ragazzo. La polizia cantonale, da noi contattata, conferma l'intervento «di un dispositivo di soccorso», precisando che le ricerche sono iniziate poco prima delle 14 e sono attualmente in corso. Ulteriori informazioni verranno divulgate nelle prossime ore.

Il luogo è conosciuto per la sua pericolosità. Già nel luglio del 2021 un rumeno di soli vent'anni aveva perso la vita in quel tratto di fiume. Proprio in merito alla tragedia di undici mesi fa, il presidente della Commissione cantonale "Acqua sicure" Boris Donda aveva precisato come Ponte Brolla fosse «una zona idilliaca», ma tra le «più pericolose» del cantone. Questo poiché in alcuni anfratti della Maggia tendono a crearsi «forti correnti» che possono «intrappolare una persona sotto, immobilizzandola».

Per sensibilizzare sul tema e prevenire gli annegamenti solo due settimane fa il Cantone aveva lanciato la Campagna "Acque sicure" 2022 con lo slogan "la prudenza fa la differenza".

NOTIZIE PIÙ LETTE