Ti Press
LUGANO
13.04.2021 - 19:190

Accoltellamento alla Manor, estesa l'accusa principale

Dal tentato omicidio si è passati al tentato assassinio.

Nel frattempo la perizia psichiatrica effettuata sulla 28enne ha attestato una scemata imputabilità media.

LUGANO - La procuratrice federale Elisabetta Tizzoni ha deciso di estendere l'accusa principale nei confronti della 28enne che il 24 novembre scorso accoltellò una donna alla Manor di Lugano. Come riferisce la Rsi, l'ipotesi di reato a suo carico è passata da tentato omicidio a tentato assassinio. Le altre accuse restano quelle di lesioni gravi e d'infrazione alla legge che vieta i gruppi Al Qaeda e Isis. La donna - ricordiamo - urlò infatti frasi che fecero subito pensare a un attacco terroristico. 

Nel frattempo, la perizia psichiatrica commissionata dalla titolare dell'inchiesta ha attestato una scemata imputabilità di grado medio. Secondo il referto stilato dal dottor Carlo Calanchini, la giovane era capace di valutare il carattere illecito dei propri atti, ma il disturbo di cui soffre le impedì di fermarsi.

L’imputata, difesa dall’avvocato Daniele Iuliucci, si trova tuttora alla Farera. La sua carcerazione preventiva è stata prorogata fino alla fine di agosto.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-06 02:30:12 | 91.208.130.87