tipress
CADEMPINO
15.02.2021 - 14:330
Aggiornamento : 17:27

Pestato a sangue, c'è un nuovo arresto

Un 21enne del Luganese va ad aggiungersi ai cinque già finiti in manette

La lista delle accuse è lunghissima e va dall'aggressione al rapimento, passando per la contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti

CADEMPINO - C'è un nuovo arresto in merito al pestaggio di un 18enne, verificatori il 28 gennaio scorso a Cadempino. Nell'ambito dell'inchiesta che ha già visto finire dietro le sbarre altre cinque persone, è infatti emerso il coinvolgimento in alcuni dei fatti oggetto di accertamenti di un 21enne svizzero domiciliato nel Luganese.

Le ipotesi di reato nei suoi confronti sono quelle di lesioni gravi, lesioni semplici, aggressione, coazione, sequestro di persona e rapimento. Ma anche di infrazione e contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti. L'inchiesta, viene riferito oggi dal Ministero pubblico, è coordinata dalla Procuratrice pubblica Valentina Tuoni.

I fatti - I cinque aggressori - un 26enne italiano, un 32enne colombiano, un 22enne e un 20enne svizzeri e un 20enne rumeno, tutti residenti nel Luganese - erano finiti in manette subito dopo l'aggressione. Il pestaggio sarebbe avvenuto per una questione di soldi.

La giovane vittima, ricordiamo, sarebbe stata caricata in macchina con la forza da alcuni componenti del branco che successivamente avrebbero chiamato il resto dei complici. Poi in una zona di via Industria ha avuto luogo il pestaggio. Lì il 18enne è stato ritrovato sanguinante e privo di sensi da alcuni passanti che, spaventati dalle sue condizioni, hanno chiamato i soccorsi.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-03-08 23:41:19 | 91.208.130.86