tipress
CANTONE
17.07.2018 - 10:470
Aggiornamento : 14:13

COMCO sospetta AMAG di accordi illeciti in Ticino

Sussiste il sospetto di accordi orizzontali illeciti sui prezzi

LUGANO - La Commissione della concorrenza (COMCO) ha aperto il 26 giugno un'inchiesta nei confronti di AMAG e di altri rivenditori di veicoli delle diverse marche del gruppo Volkswagen in Ticino. Sussiste il sospetto di accordi orizzontali illeciti sui prezzi.

«L'inchiesta è scaturita da indizi inerenti ad accordi su appalti pubblici per la fornitura di veicoli e flotte di veicoli nel Canton Ticino. AMAG Automobili e Motori SA e altri rivenditori di veicoli delle diverse marche del gruppo Volkswagen in Ticino avrebbero concordato le loro offerte nei confronti del Canton Ticino e dei comuni ticinesi negli anni 2012, 2013 e 2014», spiega la COMCO in una comunicazione pubblicata sul Foglio federale di oggi. L’inchiesta in sostanza dovrà stabilire se i rivenditori di veicoli del gruppo Volkswagen in Ticino hanno effettivamente concluso accordi orizzontali illeciti sui prezzi.

Contattati dall'agenzia finanziaria AWP, i vertici di AMAG non erano immediatamente disponibili per commentare l'informazione.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-11 03:20:25 | 91.208.130.86