rescue media
CASLANO
09.07.2018 - 15:570
Aggiornamento : 17:20

Incendio con cadavere, arrestato il nipote della vittima

Il 23enne ha ammesso i fatti anche se numerosi aspetti restano da chiarire

CASLANO - Un 23enne svizzero, domiciliato nel Luganese, è stato arrestato in relazione all'incendio scoppiato il 6 luglio 2018 nell'abitazione a Caslano dove è stato rinvenuto il corpo senza vita di un'anziana.

Un approfondito lavoro di indagine - riferiscono Polizia e Ministero pubblico - ha portato alla luce un coinvolgimento del giovane nella morte della donna.

In base agli accertamenti finora effettuati e per motivi che l'inchiesta dovrà stabilire, il 23enne ha colpito la donna al capo con un oggetto contundente per poi appiccare le fiamme all'abitazione.

In sede di interrogatorio, il giovane, nipote della vittima (non ancora formalmente identificata), ha sostanzialmente ammesso i fatti anche se numerosi aspetti restano da chiarire.

Le ipotesi di reato a suo carico sono quelle di assassinio, subordinatamente omicidio intenzionale, turbamento della pace dei defunti, incendio intenzionale e contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti.

Ora l'inchiesta, coordinata dal Procuratore pubblico Paolo Bordoli, prosegue al fine di chiarire ulteriormente i fatti. La misura restrittiva della libertà per il 23enne è già stata confermata dal Giudice dei provvedimenti coercitivi.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-12 06:07:55 | 91.208.130.89