Cerca e trova immobili

CANTONEFusio-Ambrì, «una funivia per chi?»

05.03.24 - 15:20
L’ATA s’interroga sull’opportunità di voler inserire il collegamento nella rete dei trasporti pubblici.
Ti-Press
A Fusio (Lavizzara) è prevista la stazione trainante della funivia.
A Fusio (Lavizzara) è prevista la stazione trainante della funivia.
Fonte ATA
Fusio-Ambrì, «una funivia per chi?»
L’ATA s’interroga sull’opportunità di voler inserire il collegamento nella rete dei trasporti pubblici.

AMBRÌ - La funivia Fusio-Ambrì, per la quale lo scorso novembre il Consiglio di Stato ha stanziato un credito di ottocentomila franchi per il progetto di massima, continua a far discutere e dibattere. Diversi considerano infatti il collegamento tra la Leventina e l'Alta Vallemaggia una sorta di "cattedrale nel deserto". E tra coloro che esprimono la propria perplessità sul progetto vi è anche l'Associazione traffico e ambiente (ATA).

Per iniziare ATA solleva qualche dubbio sull'eventualità che questa linea sia inserita nella rete dei trasporti pubblici. Fatto questo che garantirebbe all'impianto di usufruire i sussidi cantonali e federali per coprire i costi di gestione che sono stimati a due milioni all'anno. «Quest'eventualità ci preoccupa molto - precisa l'Associazione in una nota - visto che i crediti a favore a favore dei trasporti pubblici sono limitati e a farne le spese potrebbero essere altri collegamenti più frequentati».

Quale utilità? - L'ATA trova il primo punto critico nella limitata utenza potenziale. «Fusio conta poco più di 25 abitanti mentre l’intera Lavizzara ne ha circa 500, che sono però sparsi su un territorio molto vasto», ricorda l'Associazione. Ma il problema più grosso non è neppure questo. «La criticità maggiore - precisa ATA - riguarda il mancato vantaggio, in termini di tempi di percorrenza, rispetto alla situazione attuale».

L'ipotetica abitante di Prato Sornico - L'Associazione si immedesima poi in «un'ipotetica» abitante di Prato Sornico che servi dei mezzi pubblici per spostarsi nel Cantone. «Orbene per raggiungere Bellinzona o Lugano anche con la nuova funivia la signora impiegherebbe praticamente lo stesso tempo di adesso, mentre per recarsi a Locarno, ovviamente, è meglio far uso della via attuale». Unicamente per raggiungere il nord delle Alpi il collegamento via funivia diventa attrattivo, facendo risparmiare all’utente circa un’ora. «Ma la domanda da porsi è: quante sono persone residenti in Lavizzara che si recano a nord delle Alpi? E con che frequenza?».

La politica deve rispondere - Una domanda alla quale dovranno rispondere il Parlamento e il Consiglio di Stato, soprattutto in un periodo di restrizioni finanziarie. «I tagli decisi dal Gran Consiglio andranno a pesare anche sul credito a favore dei trasporti pubblici», conclude l'ATA. «E i soldi che verranno utilizzati per supportare i costi di gestione del collegamento Fusio-Ambrì mancheranno inevitabilmente per altre linee con utenza maggiore».

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Mattiatr 3 mesi fa su tio
Sull'attrattività della teleferica per un viaggio verso nord ci terrei a smentire ATA (forse più precisare), se vai nei centri sì, appena vai fuori il vantaggio sulla macchina è incolmabile. Inoltre faccio notare che le squadre sportive giovanili si recano spesso in Svizzera centrale per le partite, notoriamente il pulmino lo carichi comodamente su una teleferica. Alla presentazione era palese che chi opera nel progetto non ha la ben che minima percezione di cosa sia vivere in alta Vallemaggia, qua traspare che lo stesso vale per le opposizioni.

Emib5 3 mesi fa su tio
Per rispondere alla domanda di chi vuole questa inutile funivia, si dovrebbe cercare la risposta di quanti voti vale alle elezioni e quanti amici degli amici foraggia, no?

F/A-19 3 mesi fa su tio
Risposta a Emib5
Esatto, un po’ come il PSE e tante altre invenzioni, non da ultimo il credito di 220 milioni per il nostro asfalto fonoassorbente, l’ultima trovata del ca77

Mattiatr 3 mesi fa su tio
Risposta a Emib5
La teleferica vale pochi voti, però non è quella la merce di scambio. È molto più interessante mettere a tacere le voci polemiche simil Dadò che lamenta una mancata compensazione delle acque per la produzione idroelettrica (canoni scarsi incassati dal cantone). Dal 2035 OFIMA verrà inglobata da AET e il tema potrà tornare sul tavolo.

Emib5 3 mesi fa su tio
Risposta a Mattiatr
Secondo te il fatto che, casualmente, un consigliere di stato sia leventinese sia irrilevante?

Piccolo 3 mesi fa su tio
Mi chiedo a chi possa venire in mente di proporre una simile eventualità. Per pochi e dai costi proibitivi

Sem prunt 3 mesi fa su tio
da abitante della valle Leventina mi chiedo ...fattibilità o no chissenefrega MA se dovesse bloccarsi questa fantomatica funivia in un giorno d'inverno dove "malauguratamente" in alto ci sono 2 metri di neve CHI LI VA A RECUPERARE quei due passeggeri a bordo della cabina.? forse non ci si rende conto della c..a...z..z..a..t...a che si sta facendo.

Luca 68 3 mesi fa su tio
Risposta a Sem prunt
non è il momento di buttare via i soldi, per qualcosa che probabilmente userà poca gente e qualche turista d'estate. usiamoli meglio!!!

Mabilo 3 mesi fa su tio
Ma chi ha realmente incassato Tütt quei soldi?

Claude55 3 mesi fa su tio
Aaa si, è proprio il momento giusto di gettare via soldi in progetti che a mio vedere non hanno ne capo ne coda. Vergogna.

comp61 3 mesi fa su tio
incredibile!!

Aaahhh 3 mesi fa su tio
Andiamo a vedere chi si cucca gli 800 mila e si scoprono inciuci. Regalo agli amici degli amici per una cosa inutile

Fiamma77 3 mesi fa su tio
800 mila franchi buttati via!!!! Investiteli in azioni più utili!!!!

Gimmi 3 mesi fa su tio
Ma che smettano ,con queste proposte assurde!Non hanno di meglio,da impiegare i soldi pubblici??

Eneri 3 mesi fa su tio
L'Ata è sempre stata contro le Valli. L'Ata sosterrà invece la cittadella della giustizia di Lugano? E chissà perché? Chi finanzia l'Ata?

adri57 3 mesi fa su tio
Risposta a Eneri
Valli o non Valli, e io ci abito, buttare soldi nel water non è mai positivo.

francox 3 mesi fa su tio
Una monorotaia o via ferrata, da Como-Chiasso a Lugano stazione, gratuita, con obbligo di utilizzo. Ci salveremmo un po` di qualità di vita e un po`di vita.

Maverik 3 mesi fa su tio
La settimana scorsa è stata organizzata una serata informativa a Cevio per spiegare il progetto e dare le risposte a tutte le domande… naturalmente è stato pubblicizzato solo in Vallemaggia. Perché dobbiamo sempre sparare a zero sulle cose che non ci toccano da vicino. Certo mi direte che i soldi sono di tutti ma allora i cittadini della vallemaggia perché dovrebbero essere contenti dei soldi per i ripari fonici sull’autostrada o nel mendrisiotto ? Ormai è così… non si riesce ad essere propositivi solo perché non cu tocca da vicino…. E badade bene sono contrario a questa funivia

Mattiatr 3 mesi fa su tio
Risposta a Maverik
Maverik la presentazione è iniziata con l'esposizione delle varianti scelte. Per inquadrare il tipo di lavoro svolto faccio notare che una delle varianti era un collegamento di mobilità lenta. Diciamo che è stato ''particolare'', gli si chiede un collegamento fra due valli difficilmente raggiungibili e questi considerano la possibilità di fare una ciclopista come possibile soluzione. Mi risulta strano capire come sia possibile che i responsabili dello studio non siano ancora stati denunciati, perché questa è una truffa in piena regola, come chiedere a un architetto di progettarti una casa per poi trovarsi davanti al disegno di una tettoia per la legna (eh ma ti copre comunque dalla pioggia).

Pianeta Terra 3 mesi fa su tio
Una galleria da Lostallo a Chiavenna….

adri57 3 mesi fa su tio
CS che sperpera il denaro pubblico in modo insensato. 800’000 per il progetto di massima non sono noccioline. Se il progetto dovesse malauguratamente veder la luce, il cantone, e quindi i cittadini, dovranno accollarsi costi di manutenzione e d’esercizio, certamente scoperti. In ogni caso 0.8 MCHF buttati dalla finestra.

F/A-19 3 mesi fa su tio
Risposta a adri57
Dopo ricerca su questa opera fantasiosa apprendo che già nel 1963 si sono già spesi soldi per un collegamento tramite galleria, poi l’ustra ha studiato una variante, spesi poi ancora 350 mila franchi per un’altra soluzione ed ora 800 mila per una cosa che non sta né in cielo e ne in terra, però ai dipendenti pubblici gli viene tagliato il salario, interessante come ragionano i nostri politici.

Pianeta Terra 3 mesi fa su tio
Propongo un ponte tibetano tra Airolo e chiasso con possibilità di caricare la tesla…. E magari un elastico per fare i salti a metà…. Così tanto per sperperare soldi…. Studiate meno e fate più cose pratiche , che la gente è stufa di pagare tasse per str…. Te

F/A-19 3 mesi fa su tio
Intanto bisognerebbe capire chi ha incassato i soldi per questo studio fantasioso, nome della società? Quasi un milione di franchi dati a qualcuno sulla base di cosa? Ci sono dei privilegiati nel nostro cantone? Pare che i soldi per qualcuno ci sono ed invece per i dipendenti pubblici tagliano lo stipendio, ma il signor Vitta può spiegarci questi meccanismi oppure lo stesso ritiene che il cittadino non deve essere informato?

Equalizer 3 mesi fa su tio
Vitta dov'era? Non è forse lui il responsabile del "portamonete"? Sparate di questo tipo si fanno al bar, poi quando raggiungono le sedi ufficiali andrebbero spente e chiuso, altro che 800'000 franchi per crediti di fattibilità. Se proprio volete regalare soldi scegliete 8'000 pori cristi e dategli 100 franchi a testa che serviranno molto di più.

uriah heep 3 mesi fa su tio
Già abbiamo buttato via 800’000 franchi per uno studio che non doveva essere preso in considerazione dall’inizio !! Ma è una operazione inutile , costi esorbitanti per una popolazione esigua ! Ma non c’è peggio al peggio , ma siamo fuori a spendere 🤑 tutti questi milioni, per una popolazione così esigua della lavizzara!!😩😩😡😡

teo89 3 mesi fa su tio
🥂

vulpus 3 mesi fa su tio
Se si vuole fare qualcosa la soluzione più intelligente è la galleria. ma visto i costi , forse è meglio fare qualcosa di più urgente, e quelli di Fusio sicuramente non si offenderanno. anzi. Sembra che in alcune frazioni in zona non hanno la corrente elettrica, nonostante sopra le loro teste hanno energia prelevata a tutto tubo.

Simo22 3 mesi fa su tio
Consiglio di Stato vorrei una pista di Go-kart a Vergeletto ( Onsernone )mi versate 800000.- sul conto per uno studio preliminare sulla fattibilità. Attirerebbe molti turisti appassionati … pista Kart alla quota più alta dell’ Europa.

Simo22 3 mesi fa su tio
Bene, con quei soldi avrebbero potuto fare cose molto più sensate, mi vien da pensare che qualcuno ci ha mangiato eccome! Non penso che ci voglia uno studio da 800000 fr per capire che questa trovata sia totalmente inutile, parcheggi auto in levantina e ti ritrovi a fusio a piedi o il contrario … Mi chiedo chi sia il genio che ha partorito quest’idea… probabilmente sarà un laureato ad Harvard…

andrea28 3 mesi fa su tio
Ecco a cosa servono i soldi sottratti ai dipendenti statali...

Busca 3 mesi fa su tio
Magari prima di spendere CHF 800,000.— per un progetto di massima si sarebbero potuto spendere un paio di ore per discutere sulle necessità effettive di una funivia simile.

nuska 3 mesi fa su tio
opera che non serve a nulla, se non all'amico dell'amico. I soldi non crescono nel cantone, anzi, tutti sempre a piangere. Piuttosto fate la galleria Agno Ponte Tresa, che quella serve alla popolazione del basso Malcantone che soffre giornalmente del traffico. La funivia chi la usa? Gli escursionisti vanno a piedi. Ridicoli.

Ka81 3 mesi fa su tio
Una bella galleria in modo che tutti coloro che varcano in Gottardo in direzione della Maggiatall non intasino il piano di Magadino…. Siamo i maghi delle gallerie …

1963hcap 3 mesi fa su tio
Risposta a Ka81
Beh tutt'altro ke assurda come idea pur se a certe quote prevedo problemi non da poco con gli scavi, parlando senza conoscere del tutto il punto di arrivo ad Ambrì di questa funivia ma di sicuro non sarà in mezzo agli alpeggio sennò andrebbe bene solo x i turisti... e appunto mi immagino ke finirà x venir usata quasi solo da loro, non capendo bene cosa dovrebbe andare a fare un abitante di una o dell'altra valle in visita di cortesia al di là delle cime ke da sempre dividono dette valli appunto... ?! Più comprensibile x motivi turistici il passaggio, sempre su funivia, tra Cervinia e Zermatt (spero di ricordarmi bene cioè ke si tratti di quelle 2 località!) ma a prezzi ben poco popolari direi però, trattandosi di zone sciistiche, non dovrebbe essere il classico buco nell'acqua (o forse nella neve?!?) ...

Rigel 3 mesi fa su tio
Risposta a Ka81
Sarebbe un sogno...ma anche questo progetto avrebbe dei costi esorbitanti, paragonato si benefici.

Mattiatr 3 mesi fa su tio
Risposta a Rigel
Rigel sono d'accordo, costerebbe quanto uno stadio del fotball a Lugano (giusto per fare le proporzioni, anche se paragono pere con patate). La mia conoscienza su come lavorino nel dipartimento del territorio è limitata, detto ciò sono abituato a fare dei lavori fatti bene, non mezzi lavori buttati là come questo. È meglio una costosa galleria limitatamente utile oppure un'inutile teleferica? Qua subentra la politica e la scelta è stata lo spreco pro forma. A Bellinzona era arriata una proposta targata ofima per una galleria collegante le valli, serviva per la mai più fatta centrale del Sambuco, la classe politica e amministrativa non ha avuto nemmeno le capacità di cogliere un'offerta da piatto argentato (politici e dipendenti pubblici per metter in chiaro le idee).

Muntin 3 mesi fa su tio
Soldi buttati serve a nessuno come la funivia che vogliono fare sul Tamaro

rexlex 3 mesi fa su tio
mah... se ho capito bene comunque 800'000 chf sono già riservati/usciti dalle casse cantonali in favore di un amico di un amico di un amico...

Rigel 3 mesi fa su tio
Risposta a rexlex
si ma non per la costruzione, bensì x lo studio di fattibilità.

HPR 3 mesi fa su tio
Risposta a rexlex
Vista la situazione finanziaria del cantone è stata una decisione scellerata. Continuate a sperperare i soldi dei contribuenti, comimenti

HPR 3 mesi fa su tio
Risposta a rexlex
Ops, complimenti

Mattiatr 3 mesi fa su tio
Risposta a Rigel
Rigel 350'000 CHF sono stati per lo studio di fattibilità (bastava 1/3 per un risultato equivalente data la qualità del lavoro svolto). I nuovi 800'000 CHF sono per il progetto di massima, che è la prima delle fasi di progetto per le opere pubbliche, è la base sulla quale si fa il preventivo. (lo si fa pure per le manutenzioni stradali, stabili pubblici, ...)
NOTIZIE PIÙ LETTE