Cerca e trova immobili

CANTONE«Nessun indennizzo» per il Ticino

07.12.23 - 13:05
Dall'incontro avvenuto giovedì mattina tra il ceo delle FFS e la Deputazione ticinese, il cantone è uscito a mani vuote.
Ti Press archivio
Fonte Rsi
«Nessun indennizzo» per il Ticino
Dall'incontro avvenuto giovedì mattina tra il ceo delle FFS e la Deputazione ticinese, il cantone è uscito a mani vuote.

BELLINZONA - «L'indennizzo non è possibile, è un termine che non è conosciuto nel tariffario svizzero, non è legale». Lo ha detto ai microfoni della Rsi Vincent Ducrot, direttore delle FFS a margine dell'incontro avvenuto con la Deputazione ticinese alle Camere federali. «Quello che possiamo fare - ha aggiunto - sono delle azioni puntali».

Quaranticinque minuti di colloquio durante i quali è stato fatto il punto della situazione, dopo l'incidente avvenuto il 10 agosto scorso, all'interno della galleria di base del San Gottardo da cui è emerso che si sta lavorando per garantire un incremento delle tracce per il traffico passeggeri, in modo particolare per il periodo di Pasqua, della Pentecoste e dell'Ascensione. «Il nostro obiettivo - ha dichiarato Ducrot - è far viaggiare più treni per i viaggiatori. A oggi non abbiamo l'autorizzazione. Stiamo lavorando a una soluzione che presenteremo all’inizio del 2024».

Il consigliere agli Stati Fabio Regazzi (Centro), presidente di turno della Deputazione ticinese si è detto «parzialmente soddisfatto» dell'incontro. «Abbiamo avuto delle risposte puntuali per delle richieste specifiche, in particolare sull’aumento delle capacità delle tracce per il traffico passeggeri».

COMMENTI
 

adri57 2 mesi fa su tio
Mettiamo per un solo giorno il canton Zurigo a sud delle alpi e, per miracolo, apparirebbero indennizzi a pioggia.
NOTIZIE PIÙ LETTE